Uno stanziamento complessivo di 2 milioni e 550 mila euro a sostegno della competitività delle imprese turistiche nei territori delle aree interne dell’Alto Lago di Como e Valli del Lario e dell’Appennino Lombardo-Alto Oltrepò  Pavese. E’ quanto ha deliberato oggi la Giunta di Regione Lombardia, su indicazione dell’assessore regionale al Turismo, Marketing Territoriale e Moda, Lara Magoni.  Nello specifico, 1 milione e 200 mila euro vanno all’area del Comasco e le Lecchese; 1 milione e 350 mila euro all’Alto Oltrepò .

L’assessore regionale Magoni

“Una misura – dice l’assessore regionale Magoni – che mira a valorizzare le eccellenze turistiche di territori meno conosciuti ma che certamente hanno notevoli potenzialità
attrattive. Regione Lombardia sostiene le imprese ricettive alberghiere e non alberghiere affinché possano migliorare i servizi offerti e quindi proporre strutture all’avanguardia e
maggiormente confortevoli, in grado di rispondere adeguatamente alle esigenze dei turisti”. La delibera mette a disposizione le risorse per promuove la realizzazione di progetti di riqualificazione di strutture ricettive, dei bed and breakfast e della ristorazione che riguardano i seguenti ambiti turistici: Enogastronomia & food experience; Natura & green; Sport & turismo attivo; Terme & benessere; Fashion e design; Business congressi & incentive.

Turismo a Lecco: in arrivo fondi dalla Regione

Nel Lecchese le località coinvolte sono Bellano, Casargo, Colico, Cortenova, Crandola Valsassina, Dervio, Dorio, Esino Lario, Margno, Pagnona, Parlasco, Premana, Sueglio, Taceno, Valvarrone, Vendrogno.

“Regione Lombardia sostiene le imprese ricettive alberghiere per migliorare i servizi e proporre strutture all’avanguardia, in grado di rispondere adeguatamente alle esigenze dei turisti” afferma Mauro Piazza, Consigliere regionale di Forza Italia. “Grazie a questo bando regionale, la strategia aree interne, sviluppata con maestria in questi anni dalla referente territoriale Marisa Fondra, si implementa nuovamente e sarà da volano per il turismo del nostro territorio”.

Leggi anche:  Cocaina all'interno del bar, arrestato il titolare

Como

Le imprese beneficiarie delle aree interne dell’Alto Lago di Como e Valli del Lario dovranno esercitare la loro attività a  Cremia, Domaso, Dongo, Dosso del Liro, Garzeno, Gera Lario, Gravedona ed Uniti, Livo, Montemezzo, Musso, Peglio, Pianello del Lario, Sorico, Stazzona, Trezzone, Vercana.

Oltrepò Pavese

Per quanto concerne i territori dell’Appennino Lombardo-Oltrepò Pavese, le imprese dovranno essere localizzatea Bagnaria, Borgoratto Mormorolo, Brallo di Pregola, Colli Verdi, Fortunago, Menconico, Montesegale, Ponte Nizza, Rocca Susella, Romagnese, Santa Margherita di Staffora, Val di Nizza, Varzi, Zavattarello.

Turismo come motore per lo sviluppo sostenibile

“Interventi di tale importanza dedicati a territori specifici – conclude Lara Magoni – dimostrano ancora una volta come il turismo possa fungere da motore per lo sviluppo sostenibile locale. Il mio impegno come assessore è  proprio la valorizzazione dei piccoli borghi, la riscoperta delle tradizioni e delle eccellenze culturali, artistiche ed enogastronomiche, abbinate ad un’alta qualità dei servizi per rendere il territorio attrattivo, accogliente, con ricadute positive per il tessuto economico ed imprenditoriale locale”.