Traffico in tilt al Bione: botta e risposta tra i municipi di Lecco e Calolzio.

Traffico in tilt sulla Lecco-Bergamo

“Cara grazia che dopo venti giorni di pioggia riusciamo finalmente ad eseguire l’asfaltatura di uno snodo di collegamento viabilistico importante per la città e non solo”. L’assessore ai lavori pubblici Corrado Valsecchi respinge le polemiche roventi che questa mattina si sono riversate sull’Amministrazione comunale di Lecco. Critiche e improperi levatisi dagli automobilisti bloccati nel traffico in tilt lungo la Lecco Bergamo a causa dei lavori di asfaltatura in corso d’opera al Bione. Ma anche gli amministratori della limitrofa Calolzio l’hanno mandata a dire. “Ringraziamo l’amministrazione comunale di Lecco che su un’arteria principale preferisce fare i lavori di giorno anziché di notte” ha scritto su Facebook l’assessore Luca Caremi.

Io non mi lamento quando ad asfaltare è Calolzio

“Non  si può asfaltare di notte. Le temperature non sono compatibili per approntare un lavoro a regola d’arte” replica Valsecchi. “Si tratta di un intervento programmato, annunciato nelle news del Comune. Non si sono potuti avviare prima i lavori a causa del maltempo che imperversa da settimane. Oggi si è colto l’attimo di una giornata di sole per realizzare la messa in opera. Lo abbiamo fatto in un orario che a parere nostro si concilia con l’operazione che si sta facendo. Io certo non mi lamento quando Calolzio e Vercurago asfaltano le loro strade causando rallentamenti e blocchi dei flussi di traffico in uscita da Lecco”.

Leggi anche:  CAI Lecco - Riccardo Cassin presenta il workshop di fotografia "Ottiche Montane"

“La viabilità alternativa c’è”

Valsecchi contesta chi sta malgiudicando l’organizzazione della viabilità alternativa approntata. “Corso Filiberto e corso Bergamo, oltre ad un tratto di via Rivabella, sono liberi per consentire un flusso di traffico normale. Peccato che oggi si sia verificata un’intensità veicolare superiore al solito e che ha fatto da tappo”.

Asfalto nuovo a novembre?

Tuttavia in molti si stanno chiedendo quanto sia opportuno mettere l’asfalto nuovo adesso, in un tardo autunno piovoso oltre la media stagionale. “Il manto di asfalto al Bione era ormai parecchio malmesso, direi al limite e quindi con un certo rischio per l’incolumità dei mezzi che vi transitano. E’ già un miracolo che io riesca ad asfaltare nel mese di novembre” la risposta di Valsecchi.

Mancanza di una cabina di regia

Altrettanti si chiedono come mai non si sia  concertato con i Municipi di Vercurago e Calolzio una comune azione di disciplina del traffico e preventivo avvertimento degli automobilisti. “Non tocca all’assessore questo compito” la prima reazione di Valsecchi. “Sono gli uffici a dover interagire in queste situazioni. Non so se lo hanno fatto, ma sono abbastanza sicuro che l’informazione riguardante l’intervento che si sarebbe effettuato al Bione è stata comunicata a Calolzio. Poi deve esserci reciprocità nello scambio di informazioni: Calolzio poteva anche chiedere ulteriori delucidazioni e offrirsi preventivamente di collaborare con noi”. Ma l’assessore concorda sull’opportunità, per il futuro, di dotarsi magari “di una cabina di regia”.