L’immagine di copertina è tratta da un video che è stato pubblicato in rete, sul più noto dei social network, oggi, venerdì 27 settembre 2019. Due topi, ma l’autore del breve filmato assicura che sono almeno una decina, che scorrazzano nel salotto buono cittadino davanti al simbolo della cultura (sebbene ormai chiuso da anni e recentemente al centro delle polemiche per la presenza di amianto nella volta, dove si trova il famoso acrilico del Sora), ovvero il Teatro della Società di Lecco.

Topi davanti al Teatro dell Società di Lecco: indignazione in rete

I ratti hanno “trovato casa” nell’aiuola davanti al Sociale e fanno compagnia alla statua di Garibaldi. Da quel che si vede nel video non si tratta di pantegane, ma nemmeno di topini di campagna… Ma definizioni zoolgiche a parte quel che è certo è che in poco tempo il video è diventato virale e ha scatenato una ridda di commenti.

Indignazione in rete

  “Che schifo. Forse per ricordare che siamo una città manzoniana? Ma i Promessi Sposi …erano ambientati nel ‘600”

“Siamo nel 2019, Lecco città turistica che bell’ esempio, topi in centro città… Fare una bella pulizia ogni tanto a quelle piante, o disinfestazione…”.

I topi ci sono se c’è da mangiare, che siano sacchetti della spazzatura buttati nel parchetto o chissà cos’altro”

Questo il tenore dei commenti. C’è chi sottolinea che sono ben altre le cose per cui scandalizzarsi, chi invita il Comune a intervenire con tempestività, chi ricorda che spesso la zona è “abitata” da senzatetto e chi invece ricorda la presenza delle nutrie sul territorio.

Leggi anche:  Guasto ad uno scambio: i treni viaggiano su un binario solo

Situazione di degrado

La  dell’area in questione e in particolare del vicolo  tra il Teatro Sociale e il cantiere del Palazzo di Giustizia è stata oggetto di «comunicazione di attualità» in Consiglio comunale solo un paio di mesi fa. Antonio Grandino (Civica Bodega)  a luglio, duranti l’assise a Palazzo Bovara aveva riferito un episodio quanto meno sconcertante: le sostanze di cui si può intuire la natura che impegnano e rendono scivolosa la pavimentazione del passaggio pedonale tra piazza Garibaldi e viale della Costituzione sarebbero state all’origine della rovinosa caduta di un cittadino.  «Ha riportato la frattura dell’omero e delle costole – aveva  riferito Grandino – Per cui ha avanzato domanda di risarcimento all’Amministrazione comunale». Dell’episodio non era al corrente l’assessore all’Ambiente Alessio Dossi, che aveva  però promesso di chiederne conto agli uffici. Il problema, evidente, è duplice: di pessima educazione civica ma anche di scarsa o intempestiva pulizia di quest’angolo della città. Lo stesso indecoroso «stato dell’arte» aveva interessato, almeno fino a poco tempo fa, anche il portico di accesso al parcheggio di Piazza Affari. Ma qui, ad un certo punto, erano intervenuti i City Angels, armati di spazzoloni, acqua saponata e candeggina.