Sono terminati i lavori per la realizzazione del collettore fognario tra i depuratori di Perledo e Bellano. Il primo dei due impianti, di dimensioni ridotte e ormai datato e azionato da tecnologie obsolete, è stato quindi dismesso il 17 luglio e trasformato in stazione di pompaggio e “sgrigliatura”, in cui avviene cioè separazione dei solidi presenti nelle acque di scarico.

“In pensione” il depuratore di Perledo

L’impianto di Bellano, appositamente rinnovato dopo un anno di lavori dal valore superiore ad un milione di euro, accoglie ora l’interezza dei 500 metri cubi giornalmente trattati in precedenza dall’impianto più piccolo.

 


La dismissione dell’impianto di Perledo è il primo passo nel processo di razionalizzazione dei depuratori gestiti da Lario Reti Holding e, prossimamente, sarà compiuto un nuovo progresso in questa direzione con la dismissione dell’impianto di Varenna. Tale depuratore sarà quindi a sua volta collegato a Bellano attraverso la nuova stazione di Perledo. Il valore complessivo delle opere necessarie alla dismissione dei due impianti supera i 450.000 Euro.