I volti di novantasette studenti sono i protagonisti della mostra inaugurata lunedì 18 febbraio nell’atrio del Comune di Merate. Proprio quegli studenti che hanno subito in prima persona il furto di computer avvenuto nella notte tra il 20 e il 21 dicembre all’istituto tecnico Viganò della città. Trafugati ventinove iMac per un valore di circa trentamila euro.

Raccolta fondi per arginare i danni del furto

«Ci hanno rubato la creatività: ritratti oltre lo sguardo» è il singolare titolo che collega tutti i pannelli in esposizione. «Il fine della mostra è raccogliere donazioni per poter ripristinare il materiale tecnologico che ci è stato sottratto – ha spiegato la professoressa Nicoletta Labanca del team grafica – i ragazzi si sono messi in posa per biasimare in prima persona un fatto così grave. Specialmente le classi quinte che si sono trovate molto a disagio per l’assenza di tutti quei computer. Per un indirizzo di studi come quello che proponiamo è davvero fondamentale disporre di materiale computerizzato di alta qualità, specialmente in vista dell’esame di stato. Il furto ci ha davvero messo in ginocchio: speriamo di trovare a breve una soluzione».

È possibile visitare l’esposizione fino al 27 febbraio prossimo, da lunedì a sabato, dalle 15.30 alle 18.30.

Leggi anche:  Inaugurazione sentiero "Dalla torre al lago" FOTO

Il servizio completo sul Giornale di Merate in edicola da martedì 26 febbraio e per tutta la settimana