Succede che in coda, gli automobilisti, sono talmente esasperati che parafrasano anche le canzoni degli 883.  Stessa storia, stesso posto, stessa coda: forse bisognerebbe tornare agli  “anni d’oro del grande Real”, agli anni del “motorino sempre in due” per riuscire a non stare ore imbottigliati in un traffico assurdo per arrivare a Lecco.

Stessa storia, stesso posto, stessa coda

Si perchè questa mattina, come ieri e come già successo l’altra settimana, i lavori che Anas sta effettuando per sistemare i giunti, con il restringimento di una carreggiata, hanno trasformato il ponte Manzoni e le principali vie di accesso a Lecco, come il tunnel del Monte Barro, in un inferno.

Le foto inviate da un lettore parlano chiaro. Non è bastato a molti, scottati dall’esperienza traumatica di ieri, puntare la sveglia prima. Le code, ci sono anche oggi, martedì 30 luglio e forse persino peggiori rispetto allo stesso orario di ieri.

La situazione a metà mattina

Continuano imperterrite le code. Ecco la situazione all’ingresso di Lecco nella zona tra ponte Azzone Visconti.

Saranno ancora diversi i giorni di passione. Ricordiamo infatti che le opere di manutenzione, come annunciato da Anas, termineranno l’8 agosto