Dai 646 euro pro capite del 2016 ai 1332 euro del 2017. Un aumento di oltre il 100% della spesa pro capite ad Olginate nel gioco d’azzardo. Il gruppo di minoranza “Olginate si Cambia” così è tornato alla carica dopo la mozione, presentata dal consigliere Andrea Secchi, di un paese sempre più senza slot e la risposta dell’amministrazione di indire un’apposita commissione per parlare del tema.

Olginate si Cambia: “La commissione?”

“Apprendiamo dal sito internet lab.gedidigital.it, che elabora le statistiche relative al gioco d’azzardo gestito dallo Stato, che Olginate vede aumentare la spesa pro capite di gioco del 100%,da 646 euro (2016) a 1332 euro (2017) pro capite. Eravamo certi che la nostra mozione a lungo discussa in Consiglio Comunale e approvata dalla maggioranza con qualche polemica e con lo scopo di trovare un’intesa in un’apposita commissione avrebbe portato a smuovere velocemente qualcosa e invece dopo ben 6 mesi vediamo solamente aumentare a 9,36 milioni di euro le giocate totali nel comune di Olginate e siamo ancora in attesa di sederci ad un tavolo di confronto per aggiornare il regolamento in essere – hanno fatto sapere gli esponenti del gruppo Olginate si Cambia –  Siamo convinti che, al di là di dove provengano i cittadini che giocano, Olginatesi o non, questo sia un grave problema sociale oltre che in alcuni casi una accertata patologia, e, come amministratori, noi di Olginate Si Cambia non possiamo e non vogliamo rimanere inermi. Chiediamo quindi a gran voce che gli Assessori competenti e il Sindaco provvedano quanto prima a convocare la tanto promessa e per ora disattesa commissione e che il regolamento, quanto più severo possibile e limitante, veda la luce in tempi brevissimi”

“Auspichiamo che il tema di forte interesse sociale possa essere preso in seria considerazione da tutti i consiglieri comunali, nessuno escluso, e che ognuno possa dare un evidente contributo attraverso il ruolo che ricopre. Continuiamo a credere fortemente all’idea che Olginate possa diventare, con un grande impegno e un incentivo alle attività commerciali, un Comune VIDEOPOKER FREE ed essere così d’esempio anche ad altri” conclude il gruppo di minoranza.

Leggi anche:  Patto di Comunità con ANMIC Lecco