La Marcia per Madre Terra, che era stata rinviata per maltempo, si svolgerà il prossimo sabato 14 settembre. L’iniziativa, lanciata dal Coordinamento Lecchese Rifiuti Zero, partirà da Civate.

La Marcia per Madre Terra

La partenza avverrà da Civate alle ore 10 presso il comune con passaggi ed ulteriori aggregazioni presso i comuni di Valmadrera, Malgrate e Lecco dove la marcia si concluderà verso le ore 13.

Un’iniziativa per l’ambiente

“L’iniziativa vuole essere una continuazione delle manifestazioni già fatte per richiamare l’attenzione sui cambiamenti climatici, l’inquinamento e lo sfruttamento del nostro pianeta con le conseguenze a tutti note. Se siamo arrivati a questo punto è per la  miopia di chi non capisce che denunciare il cambiamento climatico e chiedere un’ economia sostenibile significa chiedere l’alternativa di un mondo più giusto e  con più posti di lavoro. La terra è malata e la colpa è nostra!. Per questo è necessario l’impegno di tutti e soprattutto dei giovani che subiranno le scelte fatte dalle generazioni precedenti”.

Leggi anche:  Open day SILEA agli impianti di Valmadrera e Annone

Emergenza climatica

Prima delle ferie il Coordinamento ha proposto a tutti i comuni della provincia la dichiarazione di emergenza climatica, già votata dai consigli comunali di città importanti come Milano, Torino e molte altre, con la richiesta di intraprendere da subito azioni per la riduzione delle emissioni di CO2 a partire dagli edifici pubblici, incentivare il risparmio energetico e l’utilizzo di energie rinnovabili nonché di predisporre una pianificazione urbana a favore di una mobilità sostenibile.

Chi parteciperà, lo farà a titolo personale

Come tutte le iniziative del coordinamento, associazione ambientale apartitica che si occupa di problematiche comuni a tutti noi, chi parteciperà lo farà a titolo personale e non saranno ammessi simboli, bandiere o striscioni di parte.

Per maggiori informazioni consultare il sito o la pagina Facebook del Coordinamento.