Continua la sistemazione del sottopasso di largo Europa, avviato a giugno dello scorso anno grazie alla collaborazione virtuosa di Espe e Fondazione Clerici con il settore lavori pubblici comunale, un’iniziativa con risvolti sul piano formativo e conseguenze positive sul fronte del decoro urbano.

Lavori nel sottopasso di largo Europa a Lecco

“Dopo la pausa estiva e il riavvio dell’anno scolastico, sono ripresi da diverse settimane e proseguiranno nei prossimi mesi i lavori nel cantiere scuola al sottopasso di Largo Europa – spiega il direttore di ESPE Lecco Mauro Fumagalli. Continua così la positiva collaborazione tra Amministrazione comunale, Espe e Fondazione Clerici per la risistemazione del sottopasso pedonale. L’obiettivo che ci poniamo, grazie all’impegno dei ragazzi e dei tecnici delle nostre strutture, è quello di restituire alla cittadinanza uno spazio oggi molto compromesso facendo, al tempo stesso, sperimentare ai giovani allievi una modalità diversa di apprendimento”.

LEGGI ANCHE  Studenti al lavoro per rendere più bello il sottopasso FOTO

Riparte il “cantiere scuola”

Gli interventi vengono infatti realizzati nell’ambito di un “cantiere scuola” allestito da Espe Lecco, Ente Unico Paritetico per la Formazione e la Sicurezza O.P.P. Edilizia della Provincia di Lecco e Fondazione Clerici, che vede coinvolti gli studenti e che proseguirà per un giorno alla settimana fino al mese di maggio.

Leggi anche:  Danni maltempo: da Lombardia chiesti 2017 milioni di euro, 7 a Lecco

“Si é rinnovata anche quest’anno la collaborazione con Espe Lecco e Fondazione Clerici volta alla riqualificazione del sottopasso di largo Europa, per il quale già lo scorso anno erano incominciati i primi lavori, che ora continueranno in maniera ancor più consistente fino a primavera inoltrata – sottolinea l’assessore al decoro urbano del Comune di Lecco Corrado Valsecchi. Questa collaborazione operativa consente a Espe di avere una palestra per i suoi alunni, della quale a beneficiarne sarà l’intera collettività, che a costo zero si troverà un sottopasso, reso indecoroso da incuria e spesso inciviltà, totalmente ripulito e riqualificato”.