Rami, arbusti e piante che invadono la careggiata. Il sindaco di Carenno è vittima della burocrazia e del rimpallo di competenza tra il Comune di Calolziocorte e la Provincia di Lecco per sollecitare i privati nella pulizia del proprio verde.

Il sindaco vittima della burocrazia

“La strada provinciale che da calolzio sale a Carenno, soprattutto nel tratto che dalla frazione calolziose di Rossino arriva fino al centro abitato di Carenno, presenta in diversi punti una situazione complicata per i rami e gli arbusti che da diverse proprietà private invadono la strada e obbligano i mezzi soprattutto quelli più alti ad invadere la corsia opposta con i correlati problemi per la sicurezza della circolazione – ha fatto sapere il sindaco di Careno, Luca Pigazzini – Da diverso tempo siamo in contatto con il Comune di Calolziocorte e la Provincia di Lecco per chiedere loro di intervenire nei confronti dei privati interessati. La situazione non si sblocca perché fra i due enti c’è un rimpallo di competenza su chi debba fare questa azione sollecitatoria o sanzionatoria nei confronti dei privati. Al di là del rammarico per questa assurda paralisi causata dalla burocrazia, mi rivolgo attraverso gli organi di stampa direttamente ai proprietari interessati per chiedere loro di verificare lo stato delle loro proprietà ed intervenire dove necessario a tutela loro e di chi utilizza la strada che sale verso Carenno. Spero di aver maggior fortuna con i privati rispetto a quella avuta con le istituzioni”.