Dopo due ore di lavoro, è stato recuperato questa mattina – domenica 3 febbraio – il camion protagonista sfortunato dell’incidente dello scorso 25 gennaio, quando dopo aver sfondato il guardrail era uscito di strada. Il «volo» di quasi 50 metri l’aveva fatto finire in fondo alla scarpata a lato di via Mandamentale sulla Sp 177 nella frazione calolziese che porta a Torre de’ Busi.

LEGGI ANCHE: Camion sfonda il guardrail e finisce in una scarpata FOTO

Lunghe operazioni di recupero

Le operazioni di recupero sono iniziate intorno alle 7 di questa mattina e sono proseguite per circa due ore, tempo resosi necessario per recuperare il camion finito nella scarpata a lato di via Mandamentale. La Provincia di Lecco, infatti, ha disposto la chiusura totale al transito della Sp 177 a Calolziocorte dalle 7.00 alle 13.00 proprio per il recupero del camion, effettuato dalla ditta Battazza e dalla stessa azienda proprietaria del mezzo, la Mazzoleni Giuseppe di Cisano Bergamasco.

Clicca e scorri per vedere tutte le foto

Il proprietario del terreno: “Guardrail bassi”

Carlo Bonacina

“Il giorno dell’incidente ero appena rientrato dalla cascina sul mio terreno dove è carambolato il camion incidentale – commenta l’81enne Carlo Bonacina, che ha seguito le operazioni di rimozione in qualità di proprietario del terreno – E’ stato un volo di circa 50 metri, ma fortunatamente il mio terreno non ha subito alcun danno. Penso che il guardrail in quella zona sia troppo basso perché dopo le continue asfaltature la sua altezza si è notevolmente abbassata”.

Leggi anche:  Allarme "gambero killer" nel Gandaloglio
a cura di Mario Stojanovic