Non sono stati accolti a braccia aperte i quattro richiedenti asilo alloggiati a Lomagna. In questi giorni di festa è infatti apparsa una scritta che esprime parere negativo sull’accoglienza dei profughi in paese.

Profughi in via Milano

La scritta “No clandestini no”, in blu e ben leggibile, è infatti apparsa su un muretto all’incrocio tra via Roma e via Milano. Proprio in questa strada, al civico 3, è stato aperto un Centro di accoglienza straordinaria. Il Cas ospita infatti per ora quattro richiedenti asilo. I giovani, tra i 25 e i 30 anni, provengono da Nigeria, Ghana e Gambia. Il loro arrivo ha generato non poche proteste, sia tra i cittadini che tra i banchi dell’Amministrazione comunale. Durante la scorsa assise, infatti, un’interpellanza del capogruppo di minoranza Mauro Sala ha dato il via ad una lunga discussione.

Il resoconto completo del dibattito e le posizioni dell’Amministrazione sul numero del Giornale di Merate in edicola da domani.