«Prevenzione prima di tutto», il Cab di Barzanò si riconferma attento alle esigenze della comunità. Per tutto il mese di ottobre, la storica struttura ha avviato una campagna di sensibilizzazione dedicata alla senologia.

Prevenzione fondamentale per diagnosi precoci del carcinoma mammario

«In Italia il carcinoma mammario è per incidenza e mortalità, al primo posto tra i tumori maligni della popolazione femminile e colpisce circa una donna su otto – precisa il dottor Paolo Godina  – Con semplici esami non invasivi è possibile prevenirlo e diagnosticarlo in fasi molto precoci con grande probabilità di guarigione». Da qui la corretta intuizione di integrare nello staff degli specialisti una giovane e molto promettente, la dottoressa Alessandra Margherita De Scalzi, neospecialista dello Ieo, Istituto Europeo di Oncologia che sogna di poter aiutare le donne.

La missione della dottoressa De Scalzi: aiutare le donne

«Per me è come una missione – precisa De Scalzi – Si crea un rapporto umano molto importante con le pazienti basato sulla fiducia reciproca». Residente a Milano, collabora per due giorni la settimana con il Cab di Barzanò e di Merate oltre che essere una delle allieve del dottor Virgilio Sacchini , un vero e proprio luminare in questo campo, professore ordinario all’Università statale di Milano. «Il mio incarico è strettamente connesso al rapporto umano con le pazienti, partendo dall’ascolto fino al tema della prevenzione. Fondamentale la collaborazione con la radiologia per una corretta diagnosi, mentre per i casi più importanti possiamo effettuare biopsie e seguire eventuali fasi chirurgiche». Un incarico che per De Scalzi è una vera e propria missione. «Cab è una realtà dove la sanità risulta molto accessibile e di qualità. Ha orari flessibili, è aperto il sabato, ideale insomma per tante mamme.  Il mio obiettivo è parlare con semplicità di tematiche importanti legate alla salute e alla prevenzione, come per esempio l’assunzione della vitamina D». Accanto all’amore per il suo lavoro, De Scalzi è appassionata di viaggi e ama trascorrere il suo tempo libero in barca a vela. «L’attività fisica è davvero fondamentale, mi piace correre e tenermi in forma, ma ancor più stare all’aria aperta».

Leggi anche:  Tanti lecchesi alla camera ardente di Felice Gimondi FOTO

Centinaia di adesioni alla campagna di prevenzione

La campagna di prevenzione che prevede visita senologica, ecografia ed eventuale mammografia, ha avuto un grande successo e nel giro di pochi giorni ci sono state quasi duecento adesioni. «Per alcuni tipi di tumore – dice Godina – come il seno, l’ovaio, il melanoma, la prostata, una diagnosi precoce migliora sensibilmente la probabilità di guarigioni. In Italia non abbiamo ancora la sensibilità adeguata, fare prevenzione ci sembrano tempo e soldi sprecati, in realtà è l’opposto. Un’equipe di Cab sta studiando un pacchetto di prevenzione oncologica più completo per la donna ma anche per l’uomo e verrà offerto dopo le festività natalizie».