Si è svolto sabato il presidio dei sindacati lecchesi davanti alla Prefettura di Lecco. I rappresentanti delle tre sigle sindacali si sono poi seduti al  tavolo della trattativa con la rappresentante del Governo.

Tavolo della trattativa

Alle 10 è iniziato il presidio con bandiere e volantini, mentre alle 11 i segretari provinciali delle tre organizzazioni sindacali Wolfango Pirelli (Cgil), Rita Pavan (Cisl) e Giacomo Arrigoni (Uil) sono saliti in ufficio dal prefetto Liliana Baccari.

Pirelli

“Si è trattato di un incontro soddisfacente” sottolinea Pirelli della Cgil. “Il Prefetto  si è dimostrata attenta alle nostre richieste e oggi, lunedì  quando le trasmetterà a Roma invierà anche una sua opinione. Segue da vicino le questioni locali, in particolare riguardo ai giovani, alle crisi aziendali e agli ammortizzatori. Ha chiesto però che vengano scelti temi prioritari”.

Pavan

Soddisfatta anche Pavan della Cisl.“La dottoressa Baccari si è interessata soprattutto sui temi del rinnovo contrattuale (tra cui quello della pubblica amministrazione) e della sanità. Inoltre ha posto questioni concrete, per esempio sul lavoro giovanile e sul riutilizzo di opzione donna”.

Leggi anche:  Lecco: da lunedì a mercoledì cosro Carlo Alberto chiude dalle 6 alle 18... prepariamoci

Arrigoni

Arrigoni della Uil ha ricordato anche l’opportunità di “intercettare fondi europei e una seria lotta all’evasione fiscale. Anche con l’aiuto delle prefetture – conclude – possiamo portare avanti politiche serie per ripartire”.