Al ponte di Paderno, in occasione della manifestazione di protesta indetta dal comitato, si è presentato anche il direttore di Rfi Lombardia Luca Cavacchioli. Una scelta senza dubbio coraggiosa, quella di metterci la faccia per dare spiegazioni alla cittadinanza riguardo il tema della chiusura del ponte. Una scelta che gli è costata molti fischi, costringendo il presidente del comitato Ruben Bergonzi a intervenire per riportare la situazione alla calma.

Ponte di Paderno, fischi per Cavacchioli

“Visto che lui ci sta mettendo comunque la faccia, ed è venuto, direi che è corretto ascoltarlo” ha affermato il presidente del comitato Bergonzi, invitando alla calma i cittadini presenti nelle prime file davanti al palco. Un invito non del tutto accolto, visto che a più riprese si è scatenato un botta e risposta con il dirigente di Rfi, che tuttavia ha ribadito quanto già affermato alla stampa diverse volte. Ripercorrendo dunque l’iter che ha portato alla chiusura del ponte e annunciando che a gennaio, proprio al San Michele, giungerà il commissario Maurizio Gentile per un ulteriore sopralluogo.

 

Leggi anche:  Maltempo nel Lecchese, Foroni: "Regione pronta a inviare programma interventi al Governo"