Il ponte di Paderno chiuso, come è ormai arcinoto, ha riversato soprattutto su quello di Brivio la maggior parte del traffico veicolare che dall’Isola va verso il Meratese e viceversa. A ormai quasi un mese dal provvedimento urgente adottato da Rfi, i sindaci di Brivio e Cisano Bergamasco si sono riuniti per assumere una presa di posizione comune. E battere i proverbiali pugni sul tavolo.

Ponte di Paderno chiuso, Brivio e Cisano unite

I sindaci Federico Airoldi di Brivio e Andrea Previtali hanno diffuso un comunicato comune attraverso il quale ribadiscono le loro richieste. Ovvero ulteriori ordinanze alle Province per ridurre ulteriormente il traffico dei mezzi pesanti sul ponte di Brivio, che per altro non gode di ottima salute. Ma anche di ricevere i tanto promessi aiuti da parte della Polizia Stradale che nonostante tavoli e “patti” tra istituzione, lungo le strade continua a vedersi soltanto con il contagocce, lasciando ai vigili urbani il difficile compito di controllare i trasgressori.

Strade di competenza provinciale

Importante anche la richiesta di “scaricare” alle Province la competenze di quelle strade che, per la loro funzione di bypass, vengono sfruttate dai camionisti in virtù della recente chiusura del ponte San Michele. Con un conseguente aumento dei potenziali rischi, oltre che delle lunghe code nelle ore di punta.

Leggi anche:  Lecco - Bergamo, domani summit nella sede della Provincia orobica