I poliziotti ricordano l’agente Pischedda morto mentre inseguiva un ladro.

Agente Pischedda

Si sta svolgendo oggi, giovedì 16 novembre, nella sede della Sottosezione Polizia Stradale di Bellano, l’ assemblea generale sindacale del Sindacato Italiano Appartenenti Polizia. “Il luogo quest’anno ci è particolarmente caro” spiega il segretario provinciale Pierluigi Danza . “Ciò soprattutto per un sentimento di vicinanza ai colleghi che stanno vivendo la tragedia che li ha coinvolti e per un momento di raccoglimento in memoria di “Francesco” che ha perso la sua vita nell’adempimento del suo dovere”.  Danza fa riferimento alla drammatica vicenda dell’agente Francesco Pischedda.

Un vita spezzata sul lavoro

Pischedda è mortolo scorso anni. La notte del 2 febbraio e l’agente Pischedda era in servizio di pattuglia lungo la statale 36, insieme ad altri colleghi del distaccamento di Bellano della Polstrada, quando era stato individuato un furgone sospetto. Si trattava di un Fiat Fiorino, poi risultato essere rubato con tre persone a bordo. Il conducente aveva ignorato l’alt intimato dagli agenti e si era dato alla fuga. Ne era scaturito un pericoloso inseguimento, lungo la carreggiata nord, conclusosi su un viadotto poco prima dello svincolo del Trivio di Fuentes.

Leggi anche:  Inaugurazione sentiero "Dalla torre al lago" FOTO

L’inseguimento e la tragedia

I tre, dopo aver abbandonato il furgone incidentato, avevano tentato di allontanarsi a piedi. Mentre due erano riusciti a far perdere le proprie tracce, Florea Vaeceslav era stato raggiunto dall’agente Pischedda.  I due avevano ingaggiato quindi  una colluttazione durante la quale entrambi erano precipitati dal cavalcavia, facendo un volo di una decina di metri. Le condizioni del poliziotto erano apparse da subito molto gravi ed era morto dopo poche ore: aveva solo 28 anni.

L’assemblea

Durante l’assemblea gli agenti stanno discutendo delle prospettive della categoria alla luce del riordino delle carriere, della riorganizzazione degli uffici centrali e periferici. Particolare attenzion viene data  all’assunzione di nuovo personale ed al contratto di lavoro degli operatori che saranno l’architrave della Polizia dei prossimi anni.  Una Polizia sempre più efficiente ed orientata al futuro, che potrà garantire sempre maggior sicurezza e tutela ai cittadini di domani.  L’assemblea vede inoltre la presenza di una rappresentanza della Segreteria Regionale Lombardia e dei Segretari Provinciali delle province limitrofe oltre che dei colleghi di tutti gli altri reparti di questa Provincia.