Pioggia e vento forte: scatta l’allerta a Lecco e Como. La protezione Civile della Lombardia ha diramato un avviso di criticità moderata per vento forte e criticità ordinaria rischio idrogeologico da mezzanotte di giovedì 4 aprile 2019, nell’area omogenea IM-05 (province di Como e Lecco). Come abbiamo annunciato ieri infatti il clou del maltempo, sulle nostre zone si avrà nella giornata di oggi.

LEGGI QUI IL BOLLETTINO REGIONALE

Pioggia e vento forte: scatta l’allerta a Lecco e Como

Una ampia struttura depressionaria favorisce un flusso umido in quota via via più instabile sulla Lombardia, i cui effetti più acuti sono iniziati stanotte dureranno per tutta la giornata.
Da domani mattina graduale attenuazione ed esaurimento degli eventi perturbati. Nel corso della mattinata di oggi, precipitazioni in ulteriore intensificazione su Alpi e Prealpi, pianura centro-occidentale e Appennino, mentre nel corso del pomeriggio rimarranno moderate insistenti su tutto l’arco alpino e prealpino, da deboli a moderate in pianura. In serata precipitazioni in attenuazione ed esaurimento sulla parte occidentale della pianura e della fascia prealpina, persistenti altrove e più intense sulla fascia alpina e prealpina centro orientale. Neve sui monti

Leggi anche:  Parco del Curone: tolleranza zero contro i ciclisti maleducati

Previsioni meteo: neve sui monti

La quota neve sarà generalmente attorno a 1300-1500 metri, tuttavia in concomitanza con l’intensificazione delle precipitazioni il limite neve potrà scendere attorno a circa 1000 metri o al più localmente poco sotto, con accumuli massimi non oltre 15-20 cm nella fascia compresa tra 1000 e 1200 metri.

Questa notte

Nella notte tra giovedì e venerdì, precipitazioni deboli a interessare Alta Valtellina, Prealpi orientali e la pianura orientale, quindi in esaurimento ovunque dal mattino. Le precipitazioni, tra mattinata e pomeriggio, potranno rivestire anche carattere di rovescio e locali temporali sulla parte prealpina e di pianura, sebbene la probabilità di temporali forti rimanga bassa. Contestualmente alla fase perturbata, i venti andranno incontro a graduale intensificazione sulla fascia prealpina occidentale sin dalla serata di oggi, con valori da moderati a forti a quote a partire da 700 metri, quindi si diffonderanno a tutta la fascia prealpina e all’Appennino nel corso della notte e della mattinata di domani. In pianura i venti saranno moderati, possibili localmente forti sulla parte centro orientali e sulla parte di bassa pianura occidentale nella prima parte della giornata.