“Oggi in Giunta è stato approvato il “Patto per la Sicurezza” tra la Prefettura di Lecco, Regione Lombardia, la Provincia di Lecco, il Comune di Lecco e i Comuni di Calolziocorte, Casatenovo, Mandello del Lario, Merate, Valmadrera. È stato, dunque, rinnovato oggi l’analogo patto sottoscritto il 18 aprile 2011″. A renderlo noto è Riccardo De Corato, ex vicesindaco di Milano e Assessore a Sicurezza, Immigrazione e Polizia Locale di Regione Lombardia.

Patto per la Sicurezza

Diversi gli obiettivi del Patto per la Sicurezza a partire dal miglioramento del controllo del territorio e continundo  con la   prevenzione e contrasto delle infiltrazioni della criminalità organizzata nei settori degli appalti pubblici, dei contratti e delle forniture, delle concessioni e delle autorizzazioni, dei subentri negli esercizi pubblici e commerciali e nell’attività edile in generale.  Non solo ma l’accordo sottoscritto, anzi rinnovato ha anche lo scopo di effettuare un   aggiornamento tecnico e un  incremento dei sistemi di videosorveglianza.

Gli scopi

E ancora il patto prevede

·        attivazione di percorsi di ascolto e confronto, per definire, in modo condiviso e partecipato, le specifiche esigenze delle differenti categorie sociali ed economiche, oltre che nell’ottica di favorire la prevenzione sociale;

·        prevenzione della devianza giovanile, anche attraverso iniziative di educazione alla legalità nelle scuole;

Leggi anche:  Il presidente nazionale degli Alpini nel Lecchese nel decennale della beatificazione di don Gnocchi

·        promozione di iniziative finalizzate all’incremento della cultura della prevenzione presso le abitazioni private, anche attraverso un contatto diretto e personalizzato tra Forze dell’Ordine e cittadini;

·        attivazione di progettualità finalizzate al miglioramento della conoscenza dell’incidentalità stradale e della rapidità di rilevazione degli incidenti stradali;

·        promozione dell’attività di formazione e aggiornamento professionale, riservata ai Corpi di Polizia Locale.

Centrale anche la sicurezza sui treni

“Oltre a tutto ciò, il Patto renderà possibile in parte ciò di cui ho discusso in Prefettura a Lecco, il 15 maggio scorso, nel corso di una riunione sul tema della sicurezza nelle stazioni e nei treni” agunge l’assessore regionale. “Con l’accordo sarà infatti possibile estendere i controlli anche nei pressi delle stazioni. Questo in attesa di un ulteriore patto dedicato espressamente alla sicurezza negli scali ferroviari e a bordo dei treni, con il quale si potrà avviare una sperimentazione a partire da quelle stazioni e tratte che evidenziano profili di maggiore criticità”.

LEGGI ANCHE Piano per rendere più sicure 90 stazioni lombarde: c’è anche Lecco

“Futuri interventi in merito a queste materie saranno finanziati Successivamente dalla Regione.  Questo patto verrà replicato anche con altri capoluoghi di provincia a cominciare da Milano”.