E’ uscita dalla galleria Parscera con il cuore il gola e il parabrezza colpito da un calcinaccio.  Ma anche con la consapevolezza che sarebbe potuto anche andare peggio. Molto peggio.

Parabrezza colpito all’improvviso

E’ accaduto lunedì scorso ad una giovane di Calolziocorte. Percorreva la Sp 169 ed aveva imboccato il tunnel che collega Villa d’Adda a Calusco, quando qualcosa ha centrato il parabrezza della sua Smart. Il vetro si è trasformato in una ragnatela che solo per poco non ha ceduto del tutto.  Le immagini che la scampata vittima ha poi pubblicato sulla sua pagina Facebook danno conto del problema con il quale si è ritrovata una volta guadagnata l’uscita della galleria. “E poi ti senti fortunata….  Buon lunedì… La settimana può solo che migliorare, spero” il commento postato dalla Calolziese. A seguire i commenti increduli dei suoi amici, ma anche del papà. Giustamente terrorizzato al pensiero di quello che sarebbe anche potuto capitare.

Falda acquifera killer

Il papà   non si è limitato ad asciugarsi il sudore freddo sulla fronte. “E’ giustamente venuto a riferirmi l’accaduto in municipio – fa sapere il sindaco di Villa d’Adda Gianfranco Biffi – L’episodio si aggiunge purtroppo alle molte segnalazioni che come Amministrazione comunale abbiamo inviato alla Provincia di Bergamo riguardo alla sicurezza della galleria”. Galleria interessata da infiltrazioni provenienti da una falda d’acqua calcarea situata sopra l’infrastruttura. Lo sgocciolio costante è stato  causa in passato del formarsi di pozzanghere e buche nell’asfalto. Un serio pericolo per gli automobilisti in transito. Al quale si aggiunge ora il rischio della caduta di calcinacci.

Leggi anche:  Seggiolini anti abbandono in auto saranno obbligatori, forse già in autunno

Ieri il sopralluogo dei tecnici della Provincia

Ieri, mercoledì, la provincia ha disposto la chiusura temporanea della galleria per effettuare un sopralluogo di accertamento. Il traffico è stato interdetto per un paio di ore. “Non conosciamo l’esito di questo sopralluogo – ha commentato il sindaco Biffi – La Provincia non ci ha comunicato né la chiusura, né quali provvedimenti intenda prendere”.