Ozono da bollino rosso in tutto il Lecchese dove la qualità dell’aria peggiora di giorno in giorno e il principale imputato è l’ozono.  (leggi qui tutte le informazioni e possibili danni causati dall’ozono). In praticamente tutta la nostra provincia  soglie sono state superate.

Ozono da bollino rosso in tutto il Lecchese

Tra le situazioni peggiori quelle della Valsassina. Basti pensare che a Barzio, per esempio, la soglia è stata superata per ben 9 volte negli ultimi  10 giorni. In altri cinque comuni Oggiono, Calolzio,  Merate, Monticello e Calusco (nell’isola Bergamasca)  i livelli sono stati oltrepassati per cinque  giorni consecutivi. Lievemente migliori le situazioni nel Capoluogo e sul lago anche se anche qui i superamenti sono stati praticamente sistematici. Da un punto di vista quantitativo la maglia nera spetta a Calolzio dove il 14 giugno è stata toccata la soglia dei 148 µg/m³.

 

Lecco

Oggiono

Calolziocorte

Varenna

 

Barzio

Merate

Monticello

 

Calusco

Nei prossimi giorni non andrà meglio… anzi

Secondo Arpa nei prossimi giorni  flusso debole atlantico in quota da ovest sudovest:  tempo in prevalenza poco nuvoloso o velato, specie in pianura, con instabilità pomeridiana a ridosso dei rilievi, e debole ventilazione nei bassi strati. Ci saranno quindi condizioni generalmente favorevoli alla formazione e all’accumulo di inquinanti.

Leggi anche:  Donato all’Ospedale Manzoni, da ANCoS Confartigianato, un nuovo biometro per l’Oculistica