Olimpiadi Invernali Milano Cortina, il governo dà l’ok per la candidatura. Grande soddisfazione per il Governatore della Lombardia, Attilio FOntana che con il Vice Premier Matteo Salvini commentano “Ghe sem”

Olimpiadi Invernali Milano Cortina, il governo dà l’ok per la candidatura

La lettera con la candidatura c’è, ora bisogna aspettare la decisione del Comitato Internazionale Olimpico, presieduto da Thomas Bach, che analizzerà in ogni punto il dossier presentato. Milano si candida con Cortina per l’organizzazione delle Olimpiadi invernali del 2026: il Comitato esecutivo Milano-Cortina ha ottenuto il sì del governo.

LEGGI ANCHE: Olimpiadi invernali 2026, tutto lo sci maschile a Bormio

Il sottosegretario Giorgetti

“Il dossier è pronto per partire per Losanna, con tutti i documenti richiesti”, sottolinea il Comitato. Soddisfatto il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, con delega allo sport, Giancarlo Giorgetti: “Con la firma del governo non ci sono solo le due regioni, Lombardia e Veneto, ma un intero Paese a sostenere e  alimentare un sogno. Un bel segnale, ora vinga il migliore”.

Leggi anche:  Fondazione Cariplo con il valtellinese Fosti nel segno della continuità

La “sfida” con Stoccolma

La migliore, tra Milano-Cortina e Stoccolma, l’altra candidata a ospitare la competizione invernale dopo il ritiro, tra le polemiche, di Torino. La scelta era stata contestata soprattutto dal sindaco Chiara Appendino che reputava la sua città la migliore per poter ospitare la competizione, dove già erano stati organizzati i Giochi nel 2006.

I finanziamenti alla manifestazione

Polemiche anche sui finanziamenti: il vicepremier Luigi Di Maio aveva chiarito che dovranno essere i rispettivi governatori (Attilio Fontana per la Lombardia e Luca Zaia per il Veneto) a reperire i milioni che servono per l’organizzazione. Ora, con la firma del governo per la presentazione del dossier, i governatori sperano in una maggiore apertura e collaborazione.