Archiviate le vacanze, e la tregua del mese di agosto, il settembre dei pendolari sarà “ostacolato” da un nuovo sciopero del trasporto pubblico. Per il 22 e 23 settembre il sindacato  Orsa Ferrovie ha proclamato uno sciopero di 23 ore del personale Trenord. Lo sciopero  è confermato sul sito del Mit, ovvero il Ministero dei Trasporti (scioperi.mit.gov.it/mit2/public/scioperi).

Ecco le motivazioni dello sciopero Trenord

Dichiarazione di sciopero di tutto il personale della Società TRENORD S.r.l.

Premesso che:

▪ perdurano le problematiche evidenziate nelle procedure di raffreddamento di cui Prot.72/SR Lombardia/ OR.S.A. Ferrovie del 06 Maggio 2019;

▪ continuano le azioni unilaterali intraprese dall’azienda Trenord;  ▪ il confronto su diverse tematiche evidenziate dalla scrivente ad oggi non sono state neppure affrontate;  ▪ in data 07 giugno 2019 dalle ore 9.01 alle ore 16.59, per le sopra riportate motivazioni, si è svolto un primo sciopero ed in data 14/15 luglio 2019 dalle ore 03:00 alle ore 02:00 si è svolto un secondo sciopero di tutto il personale della Società Trenord S.r.L

Preso atto del mancato riscontro da parte della Società Trenord, la mancata condivisione di quanto discusso in data 19 e 23 luglio 2019, l’accentuarsi delle problematiche già evidenziate e richiesto in data odierna il previsto calendario presso l’Osservatorio Nazionale degli Scioperi nei Trasporti;  DICHIARA  una terza azione di sciopero per tutto il personale dipendente dalla Società Trenord S.r.l. con le seguenti modalità:

  •  dalle ore 03:00 del 22 settembre 2019 alle 02.00 del 23 settembre 2019 personale che lavora in turni giornalieri, avvicendati e non cadenzati che prevedono presenze 7 giorni su 7;
  • intera prestazione lavorativa del giorno 23 settembre 2019 personale che opera in turni giornalieri e avvicendati che prevedono presenze 5/7 o 6/7 ovvero che i turni individuano quale giorno di riposo la domenica.

Saranno successivamente comunicate le modalità tecniche dell’effettuazione dello sciopero.