Dopo il concerto di Lesmo, Brianza Classica dà appuntamento domenica 25 novembre alle 20.30 con Aspettando il Natale a suon di ottoni.

Brianza Classica: Aspettando il Natale a suon di ottoni

Dopo il concerto di Lesmo, Brianza Classica dà appuntamento domenica 25 novembre alle 20.30 a Viganò con il concerto Aspettando il Natale… a suon di ottoni. Sarà eseguito dal duo macedone composto dal noto trombonista Kiril Ribarski e dalla pianista Milica Sperovik-Ribarski. In programma, brani celebri quali uno scherzo di Chopin, Malaguena di Albeniz, Habanera di Maurice Ravel, la Ciarda di Monti e la celebre danza del fuoco di Manuel De Falla. Il tutto per guidarci alla scoperta di uno strumento raramente ascoltato nella sua veste “solistica” ma inaspettatamente capace di grandi virtuosismi: il trombone. Concerto ad ingresso gratuito con prenotazione consigliata sul sito.

Kiril Ribarski e Milica Sperovik-Ribarski

Considerato dalla critica musicale il “Paganini del trombone”, Kiril Ribarski è nato a Stip, in Macedonia e si è laureato presso l’accademia di Musica di Lubiana. Premiato in numerosi concorsi, attualmente vive a Skopje, dove è docente di trombone presso la facoltà di Musica dell’università della città. Ha tenuto concerti in 40 Paesi dei 5 continenti, in programmi solistici, in duo con Milica Sperovik-Ribarski o con prestigiose orchestre. Ha registrato per numerose emittenti radiofoniche e televisive, quali la Rai, Antenna 2 in Francia, Globo TV in Brasile, ed ha al suo attivo molte incisioni discografiche. Compositori di diverse parti del mondo gli hanno dedicato ben 56 brani (concerti per trombone, sonate e altri brani solistici). Milika Sperovik-Ribarski, nata a Bitola, in Macedonia, si è laureata presso l’accademia di Musica di Belgrado. Docente di pianoforte presso la facoltà di Musica dell’università di Skopje, ha tenuto concerti in numerosi Paesi come solista o in duo con Kiril Ribarski. Kiril e Milica Ribarski dirigono insieme il Festival internazionale di musica classica Interfest-Bitola che si tiene a Bitola, in Macedonia.