Ci sono degli appuntamenti fissi nella vita: la nascita,  l’esame di maturità, la patente a 18 anni, le tasse e il video di San Nicolò del consigliere comunale lecchese Filippo Boscagli.  Il più grande sostenitore del brand #lecchesità, anche quest’anno ha realizzato un “cortometraggio”, pubblicato on line, per augurare una buona festa patronale a tutti i lecchesi emigrati nel mondo e a quelli che a Lecco vivono.

LEGGI ANCHE San Nicolò, auguri ai lecchesi: ecco perchè oggi si donano le mele TUTTI GLI EVENTI

Non è San Nicolò senza il video di Boscagli ai “lecchesi nel mondo” #lecchesità

“Ovviamente scevri di ogni bizantina retorica celebriamo la festività per noi più amata, dove i ricordi d’infanzia si uniscono alla gioia odierna, in una tradizione che nasce ben prima che la città fosse invasa dalle domenicali auto meneghine o dalla famelica orda di nutrie.

Nella straordinaria compagnia quotidiana del Patrono e della cornice montana che sovrasta il meraviglioso blu del lago sotto un celeste cielo, il primo pensiero non può che andare ai fratelli lecchesi che il destino, per scelta o necessità, ha voluto lontani inviandoli in 4 continenti.

A loro, che portano nel cuore la memoria e nel mondo la lecchesità, quest’anno come mai prima d’ora la Città tutta si stringe nel più fraterno degli abbracci.

La festività di San Nicolò è la migliore delle occasioni per rinnovare la solida unità della famiglia lecchese, che abbia la grazia di vivere a Lecco o la ventura di conquistare il proprio spazio nel mondo.

A voi lecchesi di Lecco, e lecchesi nel mondo, o voi che semplicemente di Lecco non siete ma amate la nostra città. Buon San Nicolò!!”

Filippo “Spielberg” Boscagli

Un video come al solito tra il serio e il faceto (non poteva mancare un riferimento alla “passione” dei pendolarisantisubito, quasi come Nicolò) che ha visto il coinvolgimento virtuoso di tanti volti noti: dal sindaco di Lecco Virginio Brivio, al fotografo Mauro Lanfranchi, dal campione e sottosegretario regionale Antonio Rossi ai calciatori della CalcioLecco 1912. Ma non solo. Un inno a tutti i lecchesi che volentieri “rubiamo” a Filippo “Spielberg” Boscagli per proporlo a tutti voi.

Leggi anche:  "Memoria, ricordo e libertà”: venerdì 24 la prima serata a Lecco