Primo giorno di Nameless Music Festival 2019 col botto grazie ad un mix di musica house, edm, rap, trap e non solo sui tre palchi del festival lecchese. A Barzio sono arrivati più di 10.000 persone che hanno letteralmente preso d’assalto l’area.

LEGGI ANCHE: Nameless Music Festival 2019: il programma del Day 2

Achille Lauro si prende tutta la scena nel Day 1

Tutta la scena del primo giorno di Nameless se la prende il cantante e rapper italiano Achille Lauro, fresco della partecipazione all’ultimo festival di Sanremo con il suo brano “Rolls Royce” e della pubblicazione del suo ultimo album “1969”. Insieme al suo fedele “scuderio” Boss Doms alla chitarra e a tutta la sua band, Achille Lauro ha letteralmente fatto impazzire la folla del Second Stage di Radio 105 con un’esibizione che è spaziata dal rap al rock, dal punk alla trap. Un vero e proprio viaggio nel tempo che ha permesso ai suoi numerosi fans di ritornare indietro fino al 1969, ascoltando diverse canzoni tratte dal suo ultimo album alternate con i pezzi forti del cantante romano.

Clicca e scorri per vedere tutte le foto

Alesso, Benny Benassi e Don Diablo “incantano” sul Main Stage

Protagonisti del primo giorno di Nameless sul Main Stage sicuramente Alesso, Benny Benassi e Don Diablo. Il deejay svedese ha portato sul palco tutto il suo sound che lo contraddistingue, scaldando la folla per il successivo gran finale firmato dall’italiano Benny Benassi, vero e proprio mostra sacro della house, e Don Diablo che ha saputo tenere incollati tutti i fans per l’ultimo deejay set di giornata. Un particolare plauso al giovane Gryffin, alla prima esibizione al Nameless, che ha saputo scaldare la folla ed è riuscito a lasciare sicuramente un segno tra i tanti fans presenti.

Clicca e scorri per vedere tutte le foto