Ogni anno si rinnova la solidarietà tra la Maratona di Telethon e il Comune di Morterone, che tanti frutti concreti porta alla ricerca sulle malattie rare e genetiche. Dopo la cena benefica organizzata lo scorso 23 novembre dall’Amministrazione Comunale presso il ristorante Il Cacciatore; l’8 dicembre i camminatori di Telethon sono saliti a Morterone da Monte Marenzo per rendere testimonianza di questa generosità.

Da Monte Marenzo a Morterone

Con la benedizione di don Giuseppe Turani, da Monte Marenzo alla volta del più piccolo comune d’Italia sono partiti (ovviamente a piedi): Enrico Redaelli, Fabrizio Losa, Ulisse Colombo, Patrizia Cornago, Simona Bonaiti, Roberto Aondi. Dalla Val Boazzo, invece, sono partiti: Alberto Losa, Daniela Angioletti, Francesco Angioletti, Ilaria Perucchini, Mariangela Corti, Mariangela Aondi, Maurizio Bolis, Francesco De Caria, Samuele De Caria, Mauro Tagliaferri, Roberto Colombo, Sonia Angioletti. Sempre dalla Val Boazzo, ma in bicicletta, papà Enrico e il figlio Mattia Donizetti.

Clicca e scorri per vedere tutte le foto

Raccolti ben 1.200 euro

Dopo il pranzo conviviale che ha chiuso la giornata il sindaco Antonella Invernizzi ha consegnato nelle mani di Angelo Fontana, uno dei responsabili della raccolta fondi per Telethon, un assegno di ben 1.200 euro. Una straordinaria prova di generosità che va oltre i risultati degli anni precedenti. Una curiosità: salire a Morterone ne è valsa la fatica perché ad ogni metro sul livello del mare (1.070 m) nelle casse di Telethon sono arrivati 1,12 euro. “Grazie di cuore alla comunità di Morterone e al suo sindaco Antonella Invernizzi, ai camminatori di Telethon organizzati dall’impegno instancabile di Mauro e a tutti quanti hanno partecipato” ha detto Angelo Fontana.