Più che un presepe, la nuova creazione di Marcello Corti, per tutti semplicemente Marcellino, è una sorta di Barzanò in miniatura. E’ in fase di completamento la Natività che il noto volontario barzanese realizza quest’anno per la dodicesima volta.

Il presepe di Marcellino Corti

Un’opera che cattura lo sguardo dei passanti e che in un certo senso li sfida a individuare tutte le costruzioni inserite con pazienza e minuzia dal noto volontario barzanese e dai suoi aiutanti, Luigi Panzeri e Antonio Redaelli. «L’artista è lui, noi siamo qui solo a “mangiare freddo” e a chiacchierare…» scherzano i due validi collaboratori, che insieme a Marcellino, con grande passione, già da un mese si sono impegnati nell’allestimento della Natività all’interno del lavatoio di via Ferrari, di fronte alla pasticceria Fumagalli.

L’intervista completa a Marcellino Corti sul Giornale di Merate in edicola da oggi, sabato 22 dicembre, e per tutta la settimana