Un manifesto funebre per don Matteo Bartoli. Uno scherzo goliardico, per qualcuno di cattivo gusto, per salutare lo storico sacerdote che si trasferirà a Bergamo dopo 11 anni.

Manifesto funebre per Don Matteo: lo scherzo dei parrocchiani

Lo scherzo dei parrocchiani di Calolziocorte ha lasciato tante persone a bocca aperta che per un attimo hanno temuto il peggio per il giovane sacerdote di Calolzio, prima di scoprire che la carta funebre è solo uno scherzo per il 35enne sacerdote che domenica lascerà la sua parrocchia di Calolzio dopo 11 anni.

Don Matteo lascia Calolzio dopo 11 anni

L’avventura di don Matteo a Calolzio è iniziata il 21 settembre del 2008, quando l’allora 24enne nativo di Carobbio degli Angeli, era arrivato in parrocchia da novello sacerdote per sostituire don Roberto Falconi nella direzione dell’oratorio. E in questi 11 anni don Matteo di strada ne ha fatta tanta, diventando un punto di riferimento soprattutto per i giovani in oratorio, ma anche all’istituto superiore Rota del Lavello, dove ha insegnato religione a quasi un migliaio di studenti dal 2009 a oggi. Ora per lui è pronta una nuova avventura: sarà vice parroco della Cattedrale di Bergamo e si occuperà della pastorale giovanile di tutta Bergamo Alta, come deciso dal Vescovo monsignor Francesco Beschi.