Mamma di una bimba prematura vince un concorso e regala il premio all’ospedale di Lecco. Una giovane donna lecchese  ha partecipato alla trasmissione “Tutto Esaudito” e ora, grazie al suo gesto, tanti bimbi soffriranno di meno.

Lisa, mamma di una bimba prematura

La gioia della maternità, l’attesa, poi la paura per quella bimba già tanto amata che però è venuta al mondo troppo presto. Quindi  la speranza, la fiducia riposta nei medici e  la gratitudine nei confronti del personale del reparto di Terapia Intensiva Neonatale dell’Ospedale Manzoni di Lecco. C’è tutto nella storia di Lisa Valsecchi, 31 anni, che   è diventata mamma di una splendida bimba nata a 33 settimane. La piccola, subito dopo il parto è stata trasferita nella Tin di Lecco dove tutti si sono presi cura di lei. La culla termica, le cure e poi il lieto fine. La bimba di Lisa, Beatrice, è nata di fatto una seconda volta.

La Tin di Lecco

Un esperienza forte che ha permesso alla giovane e coraggiosa mamma di conoscere un reparto di cui lei, così come molti altri, non sapeva nulla. Dopo aver vissuto sulla sua pelle una storia  così intensa, dopo aver toccato con mano quella che è  una vera e propria eccellenza della sanità lecchese, dopo aver visto tanti genitori sperare, soffrire, gioire o putroppo anche disperarsi Lisa si è rimboccata le maniche su più fronti…

Tutto Esaudito

Uno di questi è stata la partecipazione al programma radiofonico Tutto Esaudito di radio 105. Lisa si è iscritta a un concorso ed è approdata in finale. Come funziona? Ogni settimana i 3 finalisti possono raccontare in diretta il loro sogno e spiegare perché dovrebbero avere la possibilità di vincerne la realizzazione. Lisa lo ha fatto e proprio oggi ha vinto.

Leggi anche:  Coordinamento rifiuti zero: "Legambiente chieda di fermare il progetto del Teleriscaldamento"

Clicca su questo link per ascoltare la puntata di oggi

Il sogno realizzato

Gli ascoltatori, dopo aver ascoltato il suo appello, hanno deciso di premiarla.   Il suo sogno era (come spiega lei stessa nel video) quello di poter regalare all’ospedale di Lecco uno strumento digitale per la misurazione della bilirubina nei neonati. Si tratta di un esame che oggi viene effettuato attraverso un prelievo di sangue fatto “bucando” il tallone dei piccoli. Ora invece grazie a Lisa e al suo sogno, il tutto avverrà in maniera meno dolorosa e invasiva.

 

Il 17 novembre si celebra anche a Lecco  il World Prematurity Day

E non è finita qui perchè come detto l’impegno della mamma lecchese è andato anche oltre. “Al reparto della TIN dirò sempre grazie per tutto l’amore, la professionalità, la gentilezza e l’umanità con cui lavorano e si prendono cura dei nostri piccoli e di noi genitori – aggiunge Lisa –  Per questo sto aiutando il reparto, per quanto mi è possibile, con l’organizziazione del giornata mondiale dei prematuri” Una giornata che si svolgerà a Lecco proprio questo sabato con tanti eventi davvero importanti e con un tocco di colore…. sull’ospedale a sul matitone”.

LEGGI ANCHE  Per la giornata dei bimbi prematuri il Manzoni e il Matitone “si vestono” di lilla