I disturbi dello spettro autistico non si caratterizzano solo per modi diversi di sentire, capire e comunicare, ma anche di muoversi e camminare: per questo motivo studi recenti hanno iniziato a esplorare il valore predittivo di alcune anomalie del movimento, che possano essere sfruttate come marker diagnostici precoci.

Lo Studio Colombo Commercialisti Associati finanzia un progetto sull’autismo del Medea

Grazie al supporto dello Studio Colombo Commercialisti Associati di Lecco, l’Unità di Psicopatologia dello Sviluppo dell’IRCCS Medea di Bosisio Parini procederà a sviluppare e validare una strumentazione basata su tecniche di computer vision per l’acquisizione e l’analisi di dati relativi al movimento. Questo sistema innovativo sfrutterà una tecnologia totalmente non invasiva, che non prevede cioè l’applicazione di marcatori passivi sul partecipante, per ricostruire in tempo reale i dati tridimensionali del movimento basandosi su dati registrati medianti normali videocamere.

Lo psicologo Crippa

Sarà così possibile analizzare il movimento in contesti maggiormente ecologici, come gli asili o gli studi pediatrici” spiega Alessandro Crippa, psicologo ricercatore presso il laboratorio di psicopatologia dello sviluppo del Medea: “si tratta infatti di una tecnologia particolarmente utile in quanto consente la registrazione del movimento senza marcatori, aspetto molto importante nel caso di bambini con Disturbi dello Spettro Autistico, che spesso presentano ipersensorialità e quindi fastidio per oggetti o stimoli applicati sulla cute”.

LEGGI ANCHE Giornata Mondiale per l’Autismo: La Nostra Famiglia su Sky

Questo obiettivo sarà sviluppato avvalendosi in tutte le fasi del progetto della collaborazione con il Dipartimento di Design, Politecnico di Milano (Paolo Perego) e della consulenza scientifica del Center for Neurodevelopmental and Imaging Research-Kennedy Krieger Institute, di Baltimora (USA; Stewart Mostofsky), del Centre universitaire de pédopsychiatrie, Hôpital de jour-University of Tours (France; Frédérique Bonnet-Brilhault) e dell’Istituto di Bioimmagini e Fisiologia Molecolare-CNR, di Segrate (Isabella Castiglioni).

Leggi anche:  Dopo il maltempo di ieri, tregua oggi e domani. Giovedì nuova perturbazione PREVISIONI METEO

I numeri dell’autismo

I numeri dell’autismo crescono ad un ritmo allarmante”, sottolinea Maria Nobile, responsabile dell’area di ricerca in psicopatologia dello sviluppo dei disturbi emotivi e comportamentali del Polo di Bosisio: “gli ultimi dati lo attestano ad un tasso di un caso su 68 nascite, rendendolo il disturbo del neurosviluppo più diffuso al mondo. Per questo motivo ringrazio moltissimo a nome di tutto lo staff i commercialisti dello Studio Colombo: il loro supporto ci aiuterà nella nostra missione medica e di ricerca dalla parte dei bambini e delle loro famiglie”.

Lo Studio Colombo Commercialisti

“Siamo felici di poter contribuire ad aggiungere un tassello alla ricerca sull’autismo”, sottolineano Maria Venturini, Giancarlo Gandola, Achille Colombo e Carlo Maria Colombo che, con il supporto dei collaboratori dello studio, assistono i clienti nel rispetto della tradizione e della qualità dei servizi offerti iniziata 80 anni fa dal rag. Achille Colombo.

Per garantire l’assistenza a livello internazionale, lo Studio Colombo Commercialisti Associati aderisce da tempo a Pragma International, un network di avvocati e commercialisti presente in 23 paesi. Quest’anno l’assemblea di Pragma si è svolta al Gran Hotel Villa Serbelloni a Bellagio e il 12 aprile, alla cena di gala a chiusura dei lavori, i soci, i collaboratori e i dipendenti dello studio hanno condiviso con gli associati Pragma l’ottantesimo dalla fondazione dello studio.