Alzi la mano chi, a Carvico, non abbia messo piede almeno una volta nella cartoleria di piazza Papa Giovanni XXIII. A grandi e piccini sarà capitato sicuramente di farci una capatina, per comprare una penna, un quaderno, un diario… O per lo meno di ammirarne la vetrina colorata piena di idee regalo e di materiali per la scuola. Quante persone, in 23 anni, hanno visto passare nel loro negozio Lucia e Anna Ferrari, le due sorelle che nel 1995 hanno alzato per la prima volta le serrande di «Cartolandia». Un’avventura che per le storiche titolari è giunta ormai al capolinea. In tutto questo tempo le due proprietarie hanno visto crescere molti bambini e conosciuto tante persone, arrivando a costruire veri e propri legami e confidenze con i clienti. Sarà proprio questo l’aspetto che mancherà loro più di ogni altra cosa dal prossimo anno, quando lasceranno la gestione della cartoleria.

Cartoleria di Carvico al cambio di gestione

La notizia è stata comunicata alcuni giorni fa ed è motivo di dispiacere per tutta la comunità: un importante capitolo della storia del paese che si chiude. «Cartolandia» continuerà però ad esistere, solo che al posto di Lucia e Anna ci sarà Daniela Rosa, una ragazza di 23 anni che, aiutata dalla madre Grazia Gambirasio, porterà avanti con passione l’attività delle due fondatrici. «Io ho sempre vissuto a Villa d’Adda, ma fin da quando sono piccola frequento questa cartoleria – ha raccontato la futura titolare – Da quando mi sono laureata, poi, cerco un lavoro che mi faccia stare a contatto con il pubblico, sia di adulti che di bambini. E dato che mi si è presentata questa occasione ho deciso di coglierla al volo».

Leggi anche:  Consegnata la Costituzione ai neo diciottenni lecchesi

Una scelta di vita

L’opportunità di cui parla la giovane sarebbe il pensionamento di Anna. Proprio quest’ultima ha infatti spiegato che «recentemente sono andata in pensione. Tuttavia, se Daniela non si fosse mostrata così interessata ad acquistare il nostro negozio, saremmo andate avanti a gestirlo noi per ancora uno o due anni. Mi mancherà tanto questo lavoro, e soprattutto il contatto con la gente. Ma d’altronde bisogna fare delle scelte nella vita: prima o poi avrei dovuto lasciare». Più di lei, però, ad essere dispiaciuta per la fine di questa lunga avventura è in particolare Lucia, che a differenza della sorella non ha ancora raggiunto la tanto desiderata età del riposo: «Questa è stata per me una scelta obbligata – ha raccontato con gran dispiacere – Non avrei mai voluto vendere. E invece, dopo 31 anni, mi ritrovo a dover cambiare lavoro: “Cartolandia”, infatti, è nata a Villa d’Adda nel 1987, dove ho gestito il negozio da sola per otto anni. Finché nel 1995 mi sono spostata qui a Carvico e ho intrapreso l’attività insieme a mia sorella. Al momento sto quindi cercando una nuova occupazione: qualsiasi cosa trovassi mi andrebbe bene. Prima di aprire la cartoleria facevo l’impiegata… Chissà, magari dopo tutto questo tempo tornerò a quella professione».

Dopo l’Epifania passaggio di testimone

Anna e Lucia lasceranno il negozio a fine anno. Dopo le feste, dal 7 gennaio, sarà Daniela a trovarsi dietro il bancone. E per far conoscere al paese questo passaggio di proprietà che avverrà a breve, nel pomeriggio di sabato scorso i cittadini sono invitati a partecipare ad una merenda in cartoleria: un momento conviviale per scambiarsi gli auguri di Natale e presentare a tutti la nuova giovane titolare.