Quarant’anni e non sentirli.Tanti ne sono trascorsi dal 7 dicembre del 1979, quando nelle edicole comparve il primo numero del Giornale di Merate: un anniversario che la redazione ha voluto celebrare sabato sera sul palco del Fire Party, invitando in una simbolica «rimpatriata» alcuni dei personaggi che nei settori più diversi, insieme al nostro settimanale, hanno scritto le pagine più significative della storia di Merate e del territorio.

La squadra del Giornale di Merate

In “prima linea” da 40 anni, il Giornale di Merate fa festa

«Il Giornale ci ha raccontato fatti, storie, inchieste ed è oggi parte della storia della città ha affermato il sindaco Massimo Panzeri» che ha aperto la passerella degli ospiti introdotti sul palco dal presentatore Giustino Comi.

Clicca e scorri per vedere le foto

Chi è stato testimone dei primi anni del Giornale di Merate è stato il maresciallo Luigi Notaro, a capo della stazione dei Carabinieri dal 1986 al 1998.

Il maresciallo Luigi Notaro

Quindi è stata la volta Daina Mac William, invitata sul palco come rappresentante del volontariato sociale e di quella Brianza operosa e generosa, capace di imprese incredibili come la costruzione dell’Hospice Il Nespolo.
Ha riconosciuto al Giornale un ruolo di servizio ai cittadini Andrea Massironi, sul palco come rappresentante degli amministratori che negli anni hanno scritto la storia del territori
Se Pierpaolo Arlati a nome dell’associazionismo della città ha augurato al Giornale «di continuare con questa bellissima esperienza», l’ironman Amedeo Bonfanti, protagonista di imprese atletiche inimmaginabili, ha invece incarnato la straordinarietà degli sportivi meratesi.

Clicca e scorri per vedere le foto

Prezioso l’intervento del dottor Pino Bollini, storico primario del Pronto soccorso del Mandic oltre che anima di progetti benefici in Africa.

Leggi anche:  Tragedia: non ce l'ha fatta il centauro coinvolto nello schianto auto moto. Muore a 33 anni

Per parte sua Monica Sperandio, responsabile della divulgazione scientifica dell’Osservatorio astronomico di Brera, ha attribuito al Giornale il ruolo di «veicolo fondamentale per fare arrivare ai meratesi informazioni di tipo scientifico». Gabriele Cogliati, presidente del Gruppo Elemaster e rappresentante del mondo imprenditoriale, ha invece sottolineato come «il Giornale abbia saputo raccontare il mondo delle aziende con neutralità, correttezza e chiarezza.».
Enrico Sangiorgio, in rappresentanza dei commercianti, è salito sul palco insieme a Gianni Cantoni, primo storico agente commerciale del Giornale.

Clicca e scorri per vedere le foto

Non potevano mancare gli «uomini della notte», rappresentati da Ferruccio Amonini, ex guardia giurata e vigile del fuoco. Poi è stata la volta di Daniele Vanoli, per tutti Lele, oggi compunto agente commerciale del Gruppo Netweek.

Clicca e scorri per vedere le foto

Quarant’anni e non sentirli, con uno sguardo verso il futuro, come confermato dal vice president sales & marketing del Gruppo Netweek Riccardo Galione, che ha chiuso la serata annunciando le nuove sfide che ci attendono. «Il web, ma non solo.

 

Nella consapevolezza di un’informazione locale che il modello del Giornale di Merate ha esportato in tutto il centro-nord Italia e che continuerà a essere la nostra forza».

 

Tutti gli interventi integrali degli ospiti in una bellissima doppia pagina sepciale sul giornale in edicola da martedì 3 settembre Da pc c’è anche la versione sfogliabile, mentre sul tuo cellulare cerca e scarica la app “Giornale di Merate” dallo store.