Oggi in piazza si è tenuta la manifestazione a sostegno del popolo curdo. Molti i lecchesi presenti per affiancare le due associazioni che hanno organizzato il presidio: la Tavola della Pace di Lecco e provincia e il Comitato Lecchese per la Pace e la Cooperazione tra i Popoli.

In piazza per dire “Basta”

E’ il tema caldo di questi ultimi giorni a spingere decine di lecchesi (e non solo) a popolare piazza Diaz per riflettere, commentare e dimostrare il loro sostegno a tutti quei popoli che ancora oggi non hanno conosciuto il “diritto alla pace”. Associazioni, cittadini, giovani e anziani, insieme per discutere della questione curda e per mostrare la loro indignazione verso le istituzioni che rimangono inerme di fronte al genocidio di uomini, donne e bambini, che si sta compiendo in questi giorni sotto gli occhi di tutto il mondo.

Presenti all’appello

Sono molte le associazioni e Istituzioni ad aderire all’iniziativa. In prima linea il Comune di Lecco, rappresentato da FrancescaBonacina, intervenuta durante la manifestazione per mostrare il suo sostegno e quello dei colleghi alla causa. Anche il Pd ha aderito al presidio: “Non bisogna dimenticare che i curdi sono stati in prima fila nella lotta contro l’Isis, un nemico che ad oggi non è ancora stato sconfitto del tutto”. Presenti in piazza anche CIGL e CISL che non mancano nel mostrare la loro solidarietà.

Leggi anche:  Lo stendardo della Canottieri Lecco sull'altare per l'ultimo saluto ad Attilio

Gerosa: “Non è inutile essere qui”

Fabio Gerosa, della Tavola della Pace, sottolinea che la manifestazione e la presenza dei cittadini in piazza non sarà messa da parte. “Stenderemo un documento sintetico sulla manifestazione di oggi e lo presenteremo alle Istituzioni, affinché la nostra presenza qui oggi non sia inutile”.

LUNEDI’ 21 IN EDICOLA L’ARTICOLO COMPLETO SUL “Giornale di Lecco”