Un serpentone senza fine ha attraversato Imbersago questa mattina. A comporlo circa 1400 componenti dei Gruppi di Cammino dell’ATS Brianza che si sono ritrovati per l’annuale raduno. L’appuntamento nasce dalla collaborazione tra l’ATS Brianza, il Comune di Imbersago, il gruppo di cammino di Imbersago e con il supporto dei gruppi di cammino di Calco e Verderio e della protezione civile di Imbersago. Dalle  9 i componenti dei Gruppi di cammino delle province di Lecco e Monza si sono ritrovati nella piazza del Municipio, un’occasione per condividere esperienze e l’orgoglio di rappresentare il proprio Comune.

Imbersago pacificamente invasa: 1400 persone al raduno dei gruppi di cammino

Prima della partenza le autorità hanno salutato i presenti ricordando l’importanza del camminare per stare bene. Il padrone di casa, Fabio Vergani Sindaco di Imbersago, ha posto l’accento sul valore sociale dei Gruppi di Cammino “che portano un messaggio di salute ma hanno anche un ruolo importante all’interno delle comunità di appartenenza”.

 

Silvano Casazza, Direttore Generale dell’Agenzia di Tutela della Salute della Brianza, ha ringraziato i tanti volontari che hanno realizzato l’evento e sottolineato come “un’adesione così massiccia a questo raduno manifesta un’attenzione importante per la promozione e l’educazione alla salute. Oggi ci dimostrate che c’è tanta gente sul territorio che offre a tutti i cittadini una possibilità di star bene”. Un saluto anche dal Direttore Sanitario dell’ASST di Vimercate, Giovanni Monza che ha ribadito i grandi benefici sulla salute pubblica di questo progetto.Infine il walking leader del gruppo di cammino di Imbersago Giuliano Paleari, mente e braccio principale dell’evento, ha fornito tutte le indicazioni utili per affrontare al meglio la giornata.

Leggi anche:  Don Felice Viasco, il Comune proclama lutto cittadino

Tutti in marcia

Intorno alla 10 è partita la camminata, di circa circa 5,5 km, che dal centro del paese ha visto il passaggio lungo il fiume Adda, la celebre scalinata del Santuario della Madonna del Bosco ed il passaggio nei giardini della Villa Castelbarco, per poi tornare in piazza Garibaldi.

Dopo un pranzo nei ristoranti locali o al sacco, ai partecipanti è stato possibile usufruire delle tante iniziative collaterali organizzate: grazie alla collaborazione tra il gruppo di cammino, la Pro Loco, l’Associazione Brianza per il Cuore, il circolo Arci e l’associazione “Guarda, c’è un libro nell’albero, interessanti iniziative di carattere culturale/artistico come il bookcrossing; Addarella, navigazione lungo il fiume Adda a bordo di quest’imbarcazione ecologica a prezzo convenzionato; Traghetto di Leonardo, il famoso traghetto gratuito per il pomeriggio; Chiesa di San Colombano, visita guidata alle 15 per la chiesa clunicacense; Mostra “Premio Morlotti”, esibizione di opere di giovani artisti in Municipio.