Confermata la riapertura del Ponte di Paderno per venerdì 8 novembre 2019, ieri vi abbiamo anche aggiornato sulle ultime novità riguardo le navette che fanno la spola fra le stazioni ferroviarie di Calusco e Paderno. Sì, perché la riapertura riguarderà solo il traffico veicolare (i treni non potranno tornare a passare dal San Michele fino alla fine del 2020), ma c’è anche un aspetto che ancora si è poco evidenziato rispetto alla riattivazione della circolazione di superficie: non tutti potranno salire sul ponte e chi potrà farlo dovrà rassegnarsi a procedere… a passo di lumaca.

Il Ponte di Paderno riapre

Un’accortezza necessaria in termini di sicurezza (imposta da Rfi, Reti ferroviarie italiane) e del tutto accettabile, però i veicoli ammessi al passaggio non dovranno superare i 20 chilometri all’ora.

Sì a moto e autoveicoli, ma no a mezzi pesanti oltre le 3,5 tonnellate e i 2,20 metri di larghezza. Questi i limiti decisi da Rfi che dovranno essere rispettati dopo la sua apertura al traffico prevista per l’8 novembre.

Chiuso due notti a settimana

Non è finita, perché la riapertura non sarà 7 su 7, 24 su 24: per almeno due notti a settimana il san Michele resterà ancora chiuso al traffico per imprescindibili attività di cantiere.

Leggi anche:  Pioggia? Sì ancora per tutto il fine settimana. Protezione Civile in allerta

Navette, cosa cambia

Per quando riguarda pendolari e utenti dei treni lungo la tratta Calusco-Paderno, in estrema sintesi, il servizio attuale di navette circolari sarà mantenuto fino al 15 dicembre (in concomitanza col cambio orario invernale dei treni) e dall’8 novembre partirà un servizio sperimentale aggiuntivo di Trenord che collegherà direttamente le stazioni dei due paesi passando per il ponte San Michele e che diventerà effettivo poi il 16 dicembre quando il servizio circolare e i bus di Trenord che passano per Brivio saranno soppressi.

Anche i collegamenti da Paderno a Ponte san Pietro/Bergamo per gli studenti verranno inoltre mantenuti fino al ripristino del traffico ferroviario. Tutto questo è stato deciso in una riunione in Regione tenutasi ieri mattina, 23 ottobre 2019: LEGGI DI PIU’

Ponte di Paderno, apertura ad auto e moto anticipata all’8 novembre FOTO E VIDEO