L’Istituto Scientifico Eugenio Medea di Bosisio Parini vince il Premio Sham 2019, l’annuale competizione tra le strutture pubbliche e private per progetti innovativi finalizzati al miglioramento della qualità delle cure e alla gestione del rischio. La proclamazione del progetto vincitore, che ha visto l’assegnazione di 6mila euro da reinvestire in sicurezza, è avvenuta al Forum Risk Management Sanità di Firenze giovedì 28 novembre 2019.

Il Medea vince il premio Sham 2019 con il progetto “Manine pulite”

“Ringrazio Sham per questo importante riconoscimento” commenta Orietta Milani, responsabile del Servizio Infermieristico: “è un traguardo che abbiamo raggiunto grazie al lavoro di squadra, in particolare grazie all’impegno dell’infermiera specialista del rischio infettivo Beata Juraty, e al sostegno della Direzione. Con il nostro progetto MANINE PULITE vogliamo prevenire le infezioni ospedaliere e sensibilizzare utenti, operatori e caregiver”. A ritirare il premio il direttore di Polo Damiano Rivolta. La manifestazione, giunta ormai alla sua IV edizione in Italia, quest’anno è realizzata in partnership con Federsanità-Anci, l’Associazione Religiosa Istituti Socio-Sanitari (Aris) e l’Associazione Italiana Ospedalità Privata (Aiop), confermandosi ancora una volta come importante occasione di confronto e collaborazione tra le diverse realtà del panorama sanitario nazionale.

Una giuria di esperti ha selezionato 122 progetti provenienti da 16 regioni: 78 le strutture sanitarie e socio-sanitarie partecipanti, tra le quali ben 10 IRCCS e molte tra le più importanti realtà ospedaliere del Paese. Il progetto vincitore del Medea “Manine pulite” mira alla prevenzione delle infezioni correlate all’assistenza (cioè infezioni acquisite che costituiscono la complicanza più frequente e grave dell’assistenza sanitaria), contenere e ridurre l’antibiotico resistenza, aumentare l’adesione all’igiene delle mani negli operatori socio-sanitari, coinvolgere i caregiver e gli utenti. Al personale è stato somministrato un questionario per valutarne le conoscenze specifiche, quindi è stato prodotto un opuscolo informativo sull’igiene delle mani, disponibile in diverse lingue, e sono stati posizionati dispenser con soluzione a base alcolica per la disinfezione delle mani in tutto il polo. La verifica della corretta procedura di igiene delle mani è stata effettuata mediante l’utilizzo di un box pedagogico in grado di evidenziare con una sostanza fluorescente le zone non sanificate. E’ stato infine prodotto materiale informativo destinato alla gestione domiciliare dei pazienti colonizzati dai patogeni che rientrano al domicilio.

Leggi anche:  Il Comune di Lecco dice no all'odio

Arriva un box pedagogico a La Nostra Famiglia

Grazie al premio La Nostra Famiglia si doterà di un box pedagogico e soluzione tracciante da utilizzare tutto l’anno all’interno di tutte le sedi presenti in Italia e porterà avanti azioni di sensibilizzazione degli operatori, degli utenti e degli accompagnatori, coinvolgendo maggiormente i ragazzi delle scuole. Sarà possibile anche realizzare dipinti motivazionali a muro nelle zone comuni e acquistare totem interattivi con video dedicati al corretto lavaggio mani, dispenser da posizionare nelle zone di maggior afflusso e gadget da regalare durante attività promozionali.