Il Giornale di Merate celebra i suoi 40 anni di fondazione con un evento Amarcord all’interno del Fire Party, la festa dei Vigili del Fuoco di Merate. L’appuntamento, a ingresso libero, è per le 19 di oggi, sabato 31 agosto.

Giornale di Merate, festa per i 40 anni

Quarant’anni di cronaca meratese, di fatti e personaggi che hanno fatto la storia della nostra terra e quindi del nostro – vostro – giornale. Tanti ne festeggeràoggi, alle 19, il Giornale di Merate nel corso della festa che si terrà al Fire Party, la consueta kermesse di fine estate organizzata dagli infaticabili Amis di Pumpier. Più che una cerimonia sarà una chiacchierata tra amici, pensata per ricordare insieme alcune delle pagine più importanti della storia degli ultimi quarant’anni e al tempo stesso un’occasione per ricordare aneddoti del tempo che fu ma anche ritrovarsi e stare di nuovo insieme.

Tutti i lettori sono invitati

L’evento si terrà sotto il tendone allestito sul piazzale della caserma dei Vigili del fuoco, in via degli Alpini, a partire dalle 19 di oggi, sabato. Alla serata a ingresso gratuito, che abbiamo intitolato «Giornale di Merate – 40 anni di fatti e personaggi», sono invitati tutti i lettori che ogni settimana rinnovano la fiducia a quel «foglio» che dal lontano 7 dicembre del 1979 documenta la vita dei paesi della Brianza e che nel tempo è cresciuto fino a diventare un gruppo editoriale che in Italia conta oggi 64 edizioni cartacee distribuite in 6 regioni (Lombardia, Piemonte, Veneto, Liguria, Valle d’Aosta e Toscana) e 38 edizioni digitali.

Leggi anche:  Molinatto in Sport torna la nuova edizione

Una chiacchierata tra amici

L’evento vedrà sul palco Giancarlo Ferrario, Angelo Baiguini e Antonio Risolo, ovvero i tre direttori che negli anni si sono succeduti alla guida del Giornale, e con loro alcuni autentici «pezzi da 90» della storia di Merate, personaggi che abbiamo simbolicamente scelto a rappresentare a loro volta le principali realtà della città: l’Arma dei Carabinieri, il distaccamento dei Vigili del fuoco, l’ospedale San Leopoldo Mandic, l’Osservatorio Astronomico ma anche l’associazionismo, il tessuto sociale, il commercio, il turismo ecc.
A presentare la serata sarà Giustino Comi, che a sua volta di pagine di storia della Brianza ne ha scritte a decine, su e giù dai palchi di concorsi, feste e sagre di paese.