Le mele di San Nicolò saranno distribuite dalle incaricate CIF (Centro Italiano Femminile) a chiunque ne farà richiesta fino a giovedì 6. Si potranno anche avere direttamente recandosi nella sala del chiostro della canonica di San Nicolò, con accesso da piazza Cermenati, dove saranno esposti anche lavori prodotti nel corso dell’anno dalle aderenti al CIF.

La storia delle mele di San Nicolò

Da anni il Centro Italiano Femminile Comunale di Lecco tiene viva la tradizione delle “Mele di S. Nicolò’”, in ricordo del famoso gesto del santo Patrono della città: il dono di tre mele a tre bambini così poveri da non aver niente di che nutrirsi. Durante la notte i tre frutti si sarebbero tramutati in preziose mele d’oro, che, vendute, servirono al sostentamento della famiglia. Così si spiega perché ogni anno, alla vigilia del 6 dicembre, i bambini lecchesi aspettano di ricevere le tre mele. Una seconda tradizione parla di tre fanciulle povere che grazie alle tre mele d’oro poterono sposarsi.

LEGGI ANCHE 

Leggi anche:  Accalappiati sul lago: tre cuccioli cercano casa FOTO

Tradizione e solidarietà: tornano le Mille Mele del Parini

A Lecco anche il santo patrono diventa… green