I profughi puliranno ed effettueranno piccoli lavori di manutenzione nei parchi di Merate. Ad annunciarlo è stato l’assessore all’Integrazione Federica Gargantini, in virtù della convenzione stipulata tra il Comune e la Cooperativa L’Arcobaleno.

Profughi al lavoro a Merate

Grazie alla convenzione per l’attività di volontariato stipulata lo scorso 2 luglio tra il Comune di Merate e la Cooperativa L’Arcobaleno, partirà il prossimo 20 agosto il primo progetto di lavoro, che vedrà impegnati alcuni profughi in attività di supporto dell’area Lavori Pubblici. “In particolare, grazie all’impegno di alcuni volontari, che metteranno a disposizione il proprio tempo per affiancare i ragazzi – ospitati presso la Parrocchia di Pagnano – e la collaborazione dell’Ufficio Tecnico del Comune di Merate, verranno svolti lavori di pulizia e piccola manutenzione a partire dal parco di Villa Confalonieri, per poi proseguire in altre aree verdi della città” ha affermato Gargantini.

Il primo passo di un progetto

“Si tratta di un primo passo per poter mettere a sistema iniziative che coinvolgano sempre più i migranti presenti nel nostro territorio, nell’ottica di un percorso di accoglienza ed integrazione che passa anche attraverso attività lavorative e di volontariato civico” ha ribadito l’assessore meratese.