I lavoratori della sanità privata protestano davanti alla Clinica Mangioni di Lecco. Ad annunciare il presidio, che avrà luogo il 21 gennaio dalle 8 alle 10 sono i sindacati lecchesi.

Presidio dei lavoratori della sanità privata

“12 anni, sono 12 anni che i lavoratori della Sanità Privata non vedono un rinnovo contrattuale – sottolineano Lecco Flavio Concil ( FP CGIL), Lecco Franca Bodega (FP CISL MB ) e  Lario Italo Bonacina (UIL FPL) 12 anni in cui una fetta importante di sanità lombarda non adegua al costo della vita il salario dei suoi lavoratori, lavoratori che ricordiamo svolgono una attività di primo piano sul nostro territorio”.

La situazione nel Lecchese

“Realtà importanti come l’ Associazione La Nostra Famiglia, la Clinica Mangioni, svolgono tutti i giorni attività di servizio al cittadino con soldi pubblici, che nonostante siano sicuramente ben spesi, non bastano a coprire i sacrosanti adeguamenti salariali che oramai da 12 anni sono negati ai lavoratori della Sanità Privata Per questo chiediamo con forza che le realtà della sanità privata non vengano più viste dalla Regione come agenzie interinali dei servizi pubblici, ma come un servizio complementare e con la stessa dignità della Sanità Pubblica come previsto dalla Legge Regionale n° 23, dignità che non può che passare dagli aumenti salariali (con i dovuti arretrati) dei lavoratori del settore privato”.

Le richieste sindacali

Chiediamo con forza che tutte le parti datoriali e la Regione Lombardia si impegnino fin d’ora a sbloccare il tavolo di trattativa e ad assicurare le risorse che servono per garantire quella
dignità da lavoro che tutte le donne e uomini della Sanità Privata rivendicano. Ora basta non siamo disposti ad attendere oltre. Per questo il 21 gennaio ’19 dalle ore 8 alle 10 saremo in presidio di fronte alla Clinica Mangioni di Lecco, per rivendicare per lo stesso Lavoro, lo stesso salario e gli stessi diritti.