Guida Michelin 2020: tre stelle al nostro Crippa. Due le eccellenze lecchesi. È stata presentata al Teatro Municipale di Piacenza la 65a edizione della Guida Michelin Italia, che si conferma la seconda Guida più stellata al mondo.

Gli 11 tre stelle che valgono il viaggio

Nella Guida Michelin 2020, i ristoranti che propongono una cucina che “vale il viaggio”, e quindi le tre stelle Michelin, sono Piazza Duomo ad Alba (CN), Da Vittorio a Brusaporto (BG), St. Hubertus, a San Cassiano (BZ), Le Calandre a Rubano (PD), Dal Pescatore a Canneto Sull’Oglio (MN), Osteria Francescana a Modena, Enoteca Pinchiorri a Firenze, La Pergola a Roma, Reale a Castel di Sangro (AQ), Mauro Uliassi a Senigallia (AN) e Enrico Bartolini al MUDEC a Milano.

Guida Michelin 2020: tre stelle al nostro Crippa

In cima alla lista dei migliori quindi troviamo il brianzolo Enrico Crippa, classe 1971, nativo di Carate Brianza, ma residente a Viganò  (dove ha anche ricevuto la cittadinanza onoraria) e che ormai da anni sta deliziando i palati di tutti i frequentatori del ristorante di Alba. Il massimo riconoscimento infatti, per il nostro chef,  non è una novità bensì una conferma.

Due le eccellenze lecchesi

Confermate le stelle, una a testa, per  il ristorante Al Porticciolo 84 di Lecco che  da quasi trent’anni anni un punto di riferimento per la ristorazione di alta qualità nel territorio lecchese e per Pierino Penati di Viganò.

Lombardia terra di grandi ristoranti

La Lombardia è la regione più stellata, con 6 novità: 62 ristoranti (3 3 stelle 5 2 stelle 54 1 stella). Il Piemonte, con 4 novità, è sempre in seconda posizione, con 46 ristoranti (1 3 stelle 4 2 stelle 41 1 stella), mentre la Campania, con 6 novità, si colloca al terzo posto del podio, con 44 ristoranti, (6 2 stelle 38 1 stella). A seguire, la Toscana, con 6 novità, per un totale di 40 ristoranti(1 3 stelle 4 2 stelle 35 1 stella) e, infine, il Veneto, a quota 37, con due novità (1 3 stelle 4 2 stelle 32 1 stella).

Leggi anche:  Telefono Donna Lecco presenta la mostra “Com’eri vestita?”

 

Sergio Lovrinovich, Direttore Guida Michelin Italia

“Anno dopo anno, la Guida rileva che la straordinarietà della nostra cucina sta nell’eccellenza dei prodotti, nelle tradizioni radicate nel territorio e nella capacità di innovare. Forse è “tutto qui”, ma essere semplici e allo stesso tempo innovativi è un duro lavoro, che esige costanza, passione e collaborazione. Congratulazioni, quindi, a tutti gli chef e ai loro team che danno risalto alla scena gastronomica italiana, che può andar fiera dei suoi 374 ristoranti stellati.”

4 premi speciali

In occasione della presentazione della Guida Michelin Italia 2020 sono stai conferiti 4 premi speciali:

Mentor Chef Michelin 2020, by Eberhard assegnato a Gennaro Esposito, Ristorante Torre del Saracino, Vico Equense.

Giovane Chef Michelin2020, by Lavazza assegnato a Davide Puleio, Ristorante L’Alchimia, Milano.

Serivizio di Sala Michelin2020, By Coppini assegnato aSara Orlando Ristorante Locanda diOrta, Orta San Giulio.

Passion for Wine Michelin 2020, By Consorzio del Brunello di MontalcinoRino Billia, Ristorante Le Petit restaurant, Cogne.