Gli ex guanelliani, e in particolare gli amici di  Anzano del Parco , in provincia di Como hanno incontrato ad Aizzurro, sopra Airuno,  don Felice Riva per il tradizionale scambio di Auguri.

Gli ex guanelliani incontrano don Riva

“Vogliamo ringraziare don Felice Riva che ancora una volta ci ha dato l’opportunità di incontrarci e partecipare alla celebrazione della messa domenicale presso la Chiesa di Aizurro – sottolineano Ambrogio Panzeri e Poalo Gasparri –  Assieme alla Comunità abbiamo rilevato il suo carisma ed entusiasmo tipicamente Guanelliano durante l’ascolto della sua omelia, specialmente quando ha parlato della fede, incoraggiando a cambiare stile di vita, ad essere “cristiani veri”, “cristiani coerenti” in tutte le manifestazioni della vita sociale a partire dalla famiglia ; ricordando che Cristo è venuto al mondo a proporci la salvezza eterna”.

Lo spirito guanelliano

“E parlando di quello che dovrà affrontare il Bambin Gesù, di cui abbiamo festeggiato il Natale, non è mancato il riferimento alla sofferenza, specie dei bambini, proprio perché don Felice è a contatto diretto quotidianamente con i piccole ricoverati del “Bambin Gesù” di Palidoro -Roma, essendone il Cappellano, e, parlando di quei bambini con gli occhi lucidi ha ricordato che “nella casa del dolore, il sacerdote deve entrare in punta di piedi e in silenzio, perché non sai mai la reazione”, ma ha anche ricordato quanto sia importante una carezza, un sorriso e la vicinanza anche ai loro genitori e parenti”.

Gli ex compagni hanno potuto rivivere lo spirito guanelliano di quando si trovavano in seminario e sono festosi per averlo “ritrovato” dopo tanti anni, rinnovando quell’amicizia che li ha sempre contraddistinti.

Leggi anche:  Giorno della Memoria 2020: la videotestimonianza di chi ha vissuto l'orrore sulla propria pelle VIDEO

LEGGI ANCHE 

E’ morto l’uomo precipitato sulla Parete Fasana

Giornata tragica in montagna: due precipitati sul Resegone. Sono gravi