Dal Giappone arrivano notizie incoraggianti per l’impresa italiana benchmark nella produzione di fasteners e soluzioni per lo stampaggio del filo che, dal 31 luglio al 3 di agosto, ha partecipato alla Metal Forming Fair di Tokyo.

In Giappone

La fiera made in Japan, inaugurata nel 2009, ha aumentato di anno in anno le dimensioni del proprio spazio espositivo fino ad arrivare ai 29,760㎡ di questa edizione. Un segno evidente di come il mercato giapponese si stia muovendo sempre più alla ricerca di nuovi prodotti nel campo della formatura e dello stampaggio. Durante l’esposizione si sono presentati circa 32,000 professionisti e buyers legati al mondo della metallurgia, la maggior parte provenienti dal Sol Levante, di cui circa 1300 arrivati da oltreoceano.  Tecnici ed esperti si sono presentati con l’obiettivo di trovare prodotti innovativi e soluzioni all’avanguardia: macchine formatrici, apparecchiature di automazione, apparecchiature correlate, tecnologie di elaborazione e tecnologie di servizio. Il tema della MFF di quest’anno è stato “Connettere le tecnologie, espandere il futuro”, un argomento molto caro a Carlo Salvi, azienda nota a livello internazionale per la sua visione imprenditoriale improntata alla produzione di macchinari altamente specializzati realizzati “su misura”.

Leggi anche:  Sagra delle Sagre al gran finale

Carlo Salvi ha fatto breccia nel cuore dei professionisti orientali

Carlo Salvi ha fatto breccia nel cuore dei professionisti orientali che si sono avvicinati numerosi allo stand per conoscere più da vicino l’azienda e in particolare la stampatrice modello CS663: un macchinario studiato secondo le tecnologie più avanzate, adatto alla produzione di forme particolari con caratteristiche e tolleranze complesse come rivetti speciali, bulloni, componenti pieni, semi-forati e completamente forati ad alta velocità. Durante i quattro giorni trascorsi a Tokyo, l’azienda ha avuto modo di discutere numerosi potenziali nuovi progetti non solo con interlocutori giapponesi, ma anche coreani. Un esito più che positivo che va a confermare il trend portato avanti da Carlo Salvi nel corso delle ultime manifestazioni in Oriente a cui ha presenziato.

“Nuova tappa a Shanghai per CIIE”

“Siamo molto soddisfatti del successo riscontrato fino ad ora e siamo certi che otterremo grande visibilità anche alle prossime fiere a cui parteciperemo – comunica Germano Pandiamo, Chief operating officer di Carlo Salvi – Faremo tappa di nuovo a Shanghai per CIIE 2019 China International Import Expo a novembre e cominceremo il nuovo anno con una partecipazione tutta europea a Wire 2020, Düsseldorf”.