Fridays for future: anche a Lecco domani studenti in piazza per il clima. I “Fridays for Future” derivano da iniziative che stanno nascendo spontaneamente in tutto il mondo, capitanante da gruppi di studenti mossi dall’onda degli scioperi per il clima promossi dall’ormai nota ambientalista svedese Greta Thunberg. Le forme di manifestazione sono le più disparate: chi fa sit-in, chi organizza marce, chi momenti di approfondimento…l’importante è agire. Le iniziative di Fridays for Future sono “no logo” e per partecipare basta portare un proprio cartello o striscione con un pensiero o una richiesta particolare.

Fridays for future

L’obiettivo delle manifestazioni in programma per domani è quello di “costringere” i Governi di tutto il mondo a impegnarsi efficacemente per combattere i cambiamenti climatici e arrestarne l’avanzata. Domani, venerdì 15 marzo 2019, andrà quindi in scena un vero e proprio  “Sciopero globale sul clima” – così è stato ribattezzato – per sensibilizzare i potenti del mondo, che fino a oggi hanno procrastinato l’avvio di politiche energetiche e ambientali sostenibili e, ormai, irrinviabili.

LEGGI ANCHE  Nasce “Fridays For Future” grazie ai ragazzi lecchesi

La storia del movimento

Il movimento  è nato spontaneamente dall’attivismo climatico di Greta Thumberg (in queste ore candidata al Nobel per la Pace proprio per la sua battaglia), la 16enne svedese che dall’agosto del 2018 ogni venerdì, ha iniziato a manifestare davanti al Parlamento del suo Paese. Da sola, almeno inizialmente, con l’obiettivo di forzare il governo svedese a tagliare le emissioni di CO2 del 15% ogni anno. Grazie a questa determinazione, la  studentessa, a dicembre, è stata invitata alla COP24 in Polonia, dove ha tenuto un discorso che ha fatto il giro del mondo. Il suo appello non ha mezzi termini: il pianeta sta morendo e i governi devono agire. Gli obiettivi da rispettare sono quelli fissati dall’Accordo di Parigi del 2015: mantenere il riscaldamento globale ben al di sotto dei 2° C e fare i più grandi sforzi per non superare l’aumento di temperatura di 1,5 ° C rispetto ai livelli preindustriali. “Chiunque sei – ha detto l’adolescente -, ovunque sei, abbiamo bisogno di te”.

Anche a Lecco domani studenti in piazza per il clima

Ricco il programma della manifestazione  lecchese che partirà alle 9  in piazza Cermenati con cartelli e striscioni.  Dalle ore 10 alle 12 discorso introduttivo degli organizzatori (studenti delle scuole superiori di Lecco). Si alterneranno sul palco gli interventi di esperti e le domande/richieste dei ragazzi, Dalle 12 alle 13 flash mob, seguito da un brainstorming collettivo per raccogliere idee/richieste proposte per invertire la rotta. Infine maniche rimboccate: tutti sul lungolago di Lecco per ripulirlo dai rifiuti. A Merate corteo per il clima previsto dalle 8.30 dal Liceo Agnesi a Piazza Prinetti a Merate, con manifestazione in piazza fino alle 11.

A Milano

«La mobilitazione del 15 marzo rappresenta una grande occasione per chiedere a gran voce azioni concrete per fermare il cambiamento climatico anche in Lombardia – dichiara Barbara Meggetto, presidente di Legambiente Lombardia -. L’entusiasmo che abbiamo notato in queste settimane tra i movimenti giovanili e tra gli studenti milanesi e lombardi è un segnale estremamente positivo perché, anche nella nostra Regioni, si crei un movimento trasversale per il clima. Non abbiamo più tempo per posticipare ancora politiche fondamentali per arrestare la febbre del pianeta. Dobbiamo agire ora e subito!»

A Milano la scuola media di primo grado “S. Pertini” dell’Istituto Comprensivo di via Palmieri e via Boifava organizza una marcia per il clima, alla quale parteciperà anche il sindaco Beppe Sala a fianco degli studenti. Il corteo partirà da via Boifava, si fermerà di fronte alla sede degli uffici comunali di zona 5, proseguirà in via san Giacomo per uno stop davanti alla scuola elementare, poi al parco Chiesa rossa, in via Cassoni, via Montegani, via Palmieri con una fermata nel parchetto vicino alla scuola, proseguirà in via Montegani verso Piazzale Abbiategrasso, in via Dini per fermarsi davanti alle scuole e poi il ritorno in via Boifava, per un totale di 3,5 km. La marcia è in collaborazione con Legambiente Lombardia, Resilient Gap, Ecorebel, Aisa Sez.Mi Bicocca, Corelab, Greenpeace sez.Mi, Mani Tese Mi, MSoi Milano, Recup, Rete Clima, Rete della Conoscenza, Statale Impatto Zero, Tempo Zero. Sempre nel capoluogo lombardo dalle 11 alle 13 i volontari di Legambiente saranno in piazza della Scala per attività divulgative sul cambiamento climatico e l’ecologia, con giochi e quiz per gli studenti partecipanti. L’Assessore regionale all’Ambiente Raffaele Cattaneo riceverà la delegazione di Legambiente alle 15 presso la sede di Regione Lombardia per un confronto sul tema del cambiamento climatico e sulle azioni da intraprendere per fermare la crisi. Alle 18 l’associazione si unirà alla manifestazione cittadina con partenza in largo Cairoli.

Leggi anche:  Truffa dell’abbraccio, maxi operazione europea dei Carabinieri. Raggiri anche a Lecco FOTO e VIDEO

Nel resto della regione

a Seregno manifestazione in piazza Martiri della Libertà alle 10 con sit-in, laboratori e informazioni su clima e ambiente. A Melegnano gli studenti dell’”Istituto Benini” organizzano un flash mob alle 10 in piazza Risorgimento. A Como studenti e volontari marceranno verso il Comune, con partenza alle 8.30 dal parcheggio Ippocastano e arrivo in piazza Cavour. Alle 14.45 ci sarà un dibattito e un approfondimento con esperti sul tema del cambiamento climatico presso la sede di via Valleggio dell’Università dell’Insubria. A Brescia la marcia per il clima partirà alle 9 da piazzale Arnaldo. Mentre il circolo “La Nostra Terra” di Borgosatollo Ghedi e Montirone organizza lezioni divulgative nella scuola secondaria Don Milani di Montirone per parlare di rifiuti zero e mutamenti climatici con Massimo Mastruzzo, presidente del circolo e il Prof. Marino Ruzzenenti, storico dell’ambiente. A Cremona Legambiente sarà a fianco degli studenti dalle 10 alle 13 alla manifestazione organizzata ai Giardini di piazza Roma.

A Pavia il corteo “Insieme contro il cambiamento climatico” partirà alle 9 da piazza del Castello. A Varese il circolo locale organizza un evento di divulgazione sul tema del clima con una lezione pubblica: “La parola alla scienza”, alle 17.30 in piazza Monte Grappa con Gianluca Ruggieri dell’Università dell’Insubria e Paolo Valisa del Centro Geofisico Prealpino. A Lodi le associazioni ambientaliste si uniscono per una lezione pubblica presso l’aula magna del “Liceo Verri” alle 21 con Valter Maggi, climatologo e Stefano Caserini, docente di mitigazione dei cambiamenti climatici. A Bergamo la mobilitazione coinvolgerà diverse scuole del territorio che si ritroveranno alle 9 in piazzale degli Alpini, alle 11 partirà il corteo fino a piazza Matteotti. A Mantova il circolo Legambiente di Castiglione delle Stiviere organizza un gazebo in piazza San Luigi dalle 9 alle 11,30 per informare i cittadini sull’impatto ambientale delle scelte di tutti i giorni e dare consigli per condurre una vita più sostenibile. A Monza dalle 9 alle 13 Legambiente sarà a fianco degli studenti in piazza Trento e Trieste per la manifestazione cittadina per il clima.