In occasione del 50° compleanno di Michael Schumacher, indiscusso campione della Formula 1, i tifosi di Caprino lanciano un messaggio d’affetto: “Forza Michael, non arrenderti!”

Forza Michael, non arrenderti!

All’indomani del terribile incidente sciistico del 29 dicembre 2013, il Ferrari Club di Caprino Bergamasco organizzò un presidio sotto le finestre dell’ospedale di Grenoble in segno di affetto e vicinanza al campione e alla sua famiglia.

Un messaggio di affetto e di stima

“Forza Michael, non arrenderti!” scrivono oggi sui social. “Dopo cinque anni dalla fatidica data dell’incidente occorso a Michael, lo Scudo Ferrari del Club di Caprino Bergamasco, dopo aver sventolato sotto le finestre dell’ospedale di Grenoble dove era ricoverato il tanto amato Campione e dove lo stesso lottava per la sopravvivenza, torna. In occasione del suo 50° compleanno infatti ci siamo recati a Brisighella per esprimere il nostro continuo e immutato affetto a Lui ed alla famiglia” si legge nel comunicato stampa divulgato dal presidente del club Paolo Magni.

Perché Brisighella e non a Maranello

Il ritrovo per manifestare l’affetto al campione tedesco si è tenuto a Brisighella. La scelta è dovuta al fatto che il celebre artista Filippo di Mario esponeva una serie di opere che descrivono la vera storia di Michael Schumacher, raccontata e descritta con sapienza dal padrone di casa, che è stato per anni il suo fotografo personale. Immagini toccanti e commoventi che suscitano  emozioni indescrivibili. Emozioni provate e sentite solo visitando il museo di Colonia dove sono esposti tutti i suoi cimeli.

Giulio Carissimi stringe la mano a Filippo di Mario alla presenza di Francesco Asirelli

Leggi anche:  Globo Academy realizza il sogno di diventare Personal Chef

La benedizione di monsignor Chiari

“Accolti con grande calore dal sindaco Davide Missiroli, dal presidente della Pro Loco Valeria Benini e dal padrone di casa, abbiamo esposto gli striscioni dedicati a Michael coprendo l’intera facciata della Cattedrale di Brisighella, con la benedizione del parroco, monsignor Elvio Chiari, e dei cittadini, incuriositi da tutto questo inaspettato spettacolo coreografico. Dopo aver visitato e ascoltato attentamente i racconti e gli aneddoti di Filippo Di Mario, nel primo pomeriggio abbiamo aperto lo SCUDO FERRARI coinvolgendo anche alcuni astanti al grido di “ Forza Michael” non arrenderti!!!”

Vai dove ti porta il cuore

“Noi del club di Caprino esprimiamo solo e soltanto la passione per la FERRARI. Tuttavia in questo frangente il pensiero è per Michael, per il quale proviamo affetto e riconoscenza per tutte le gioie che ci ha regalato, e al quale da subito abbiamo dimostrato il nostro affetto organizzando il tributo a Lui dedicato. Quest’anno quindi ricorre il 6° tributo in Autodromo a Monza al quale sono tutti invitati. Considerato tuttavia che in un certo luogo ci hanno espressamente invitato a non esporre il nostro Scudo Ferrari, il cuore ci ha portato in questo luogo pieno di storia automobilistica e che ha dato i natali a un grande indimenticato pilota. Luogo dove l’evento era sentito e dettato dal cuore e non da finzioni scenografiche. Ergo, frenare la nostra passione è come cercare di bloccare uno tsunami con una mano!!!!! E la storia continua. FORZA MICHAEL. La leggenda continua con Mick!”