Yoga e alimentazione, ecco i corsi ad hoc

Tutti pazzi per lo yoga

A lezione di yoga, scienza degli alimenti ed enogastronomia all’università per tutte le età di Casatenovo. Stanno riscuotendo successo le lezioni proposte dall’associazione Amici di Villa Farina all’interno dell’anno formativo 2017/2018. Dieci i partecipanti al corso di yoga avviato nella sala civica di Campofiorenzo sotto la guida dell’insegnante Franca Zonca. L’iniziativa ha colto nel segno tanto che i partecipanti hanno chiesto di poter usufruire di più incontri rispetto a quelli in calendario con cadenza quindicinale.

Una disciplina antica

Sta quindi piacendo la filosofia sottesa allo yoga, disciplina antica che, attraverso un completo lavoro sul corpo, conduce in una dimensione di benessere totale. L’attenzione posta al respiro conduce infatti al rilascio delle tensioni fisiche e supporta la riattivazione dell’energia vitale della persona. Yoga significa infatti unione e, nello specifico, l’unione di corpo, mente e respiro al fine di permettere al praticante di entrare in contatto con l’interiorità del proprio essere.

Spazio anche alla corretta alimentazione

Attuali e interessanti anche le lezioni dedicati alla scienza degli alimenti, tenute dalla professoressa Caterina Quarella, docente all’istituto Fumagalli. Il percorso proposto prevede l’analisi di ciò che mangiamo in fede al motto in base al quale “noi siamo ciò che mangiamo”. Vengono anche approfondite le implicazioni sociali legate al rituale del cibo. I partecipanti sono invitati ad analizzare gli elementi costitutivi dell’alimentazione e a considerare gli effetti delle combinazioni tra nutrienti, affrontando anche gli aspetti religiosi e artistici legati al tema.

Leggi anche:  Moto schiacciata da un'auto a Casatenovo FOTO

Prove pratiche con il professor Villa

Queste lezioni di chiara impronta scientifica trovano un interessante risvolto di carattere pratico nelle attività proposte da Giuseppe Villa, professore di enogastronomia presso il laboratorio di cucina dell’Istituto Fumagalli. Già al termine del primo incontro il gruppo di corsiste ha potuto cimentarsi con la preparazione di un leggero primo piatto di pennette in salsa mediterranea e un più impegnativo piatto classico come il brasato. Cucinare bene a partire da ingredienti genuini e saper comporre un menù equilibrato senza rinunciare al gusto sono gli obiettivi che si propone di raggiungere il corso. Il calendario prevede incontri  fino a maggio con cadenza settimanale.