La festa de “l’Unità” organizzata dai circoli Pd di Carvico e Calusco d’Adda è la festa dei record. Con oltre 15mila presenze, infatti, anche quest’anno ha battuto i successi raggiunti l’anno scorso. E con la sua minuziosa organizzazione, ha dimostrato ancora una volta di essere una macchina congegnata perfettamente.

La manifestazione batte i record dell’anno scorso

La 14esima edizione della festa de «l’Unità», svoltasi dal 19 al 29 luglio nel piazzale in via Aldo Moro di Carvico, ha il sapore di scommessa vinta. Dopo l’introduzione, lo scorso anno, dello stand Hammer, che aveva portato la manifestazione al suo apice, nessuno si sarebbe aspettato che questa volta i numeri sarebbero stati ancora migliori. E invece così è successo. Forse perché non è mancata l’innovazione neppure in questo caso: se l’anno scorso lo stand aveva la forma di un capannone, quest’anno è stato ridimensionato e trasformato in un pub estivo. Tra birreria, vineria, hamburgeria fino a mezzanotte con musica di sotto fondo, le persone, e in particolare i giovani, sembrano aver molto apprezzato la nuova location, vista la numerosa affluenza che c’è stata in tutti gli undici giorni di festa.

La macchina organizzativa

«Le pratiche burocratiche per l’organizzazione della festa de “l’Unità” cominciano a gennaio – ha spiegato Lino Cassese, organizzatore dell’evento del circolo Pd di Calusco insieme a Edoardo Guarnaroli e Angela Reggiani, del circolo di Carvico – Ma il clou arriva nel mese di luglio, che i volontari dedicano interamente al montaggio delle strutture, all’evento in sé e infine allo smontaggio, che quest’anno si protrarrà anche per qualche giorno di agosto». In particolare, durante la festa, essi si sono dati perfettamente il cambio con turni tali da non lasciare incustodito il capannone neanche per un secondo. Provvedendo così alla pulizia, alla preparazione della serata e alla vigilanza persino di notte.

I servizi offerti dalla festa de “l’Unità”

Oltre allo stand Hammer, che dall’anno scorso offre un servizio di birreria, vineria e hamburgeria, la festa de “l’Unità” si caratterizza da 14 anni per il ristorante, con servizio ai tavoli e possibilità sia di prenotazione che di asporto: la cucina offre tipici prodotti bergamaschi (es. casoncelli o polenta) e non solo, preparati da chef professionisti e acquistati da fornitori della zona, esclusivamente dei paesi ricoperti dai due circoli Pd di Carvico e Calusco (quindi, oltre a questi due, anche Villa d’Adda, Sotto Il Monte, Medolago e Solza). Vi sono poi la carne alla griglia, che cucinano invece i volontari, ma anche i piatti freddi. A tutto ciò si aggiunge infine la presenza del bar.

Leggi anche:  Pd Lecco promuove due incontri di cultura politica

I ringraziamenti dell’organizzatore Lino Cassese

«Ringrazio tutti i cento volontari che hanno dedicato il mese di luglio per la riuscita dell’evento senza mai dirci di no: innanzitutto i circoli Pd di Carvico e Calusco, ma anche di Presezzo, Terno d’Isola, Mapello, Bonate Sotto, Capriate e Pontida; poi i gruppi Giovani Democratici di Calusco e dell’Isola bergamasca; gli Alpini, la Croce Bianca di Calusco, l’associazione Gemellaggio di Calusco, Isabella dell’animazione bimbi e i ragazzi del Pime di Sotto Il Monte. Questi ultimi ci danno una mano ormai da tre anni gratuitamente: è nato ormai con loro un bellissimo rapporto». «Un grazie di cuore – ha aggiunto infine – va ai dirigenti del Pd che sono passati e a tutti i partecipanti, che si sono spesso complimentati per la tempestività del servizio e la qualità dei prodotti».

I dirigenti del Pd che sono passati alla festa de “l’Unità”

Tutte le sere, a dare una mano alla festa come volontario c’è stato Raffaello Teani, segretario Pd dell’Isola Bergamasca. A sorpresa, poi, sono passati altri dirigenti: Matteo Rossi, presidente della Provincia; Elena Carnevali, parlamentare esponente del Pd; Davide Casati, vicesegretario provinciale Pd; Jacopo Scandella, consigliere regionale Pd; e infine Gabriele Riva, segretario provinciale Pd.