C’è un accordo tra i sindacati e l’azienda sugli esuberi all’Husqvarna. Nella mattinata di oggi, martedì, negli uffici di Confindustria a Lecco, i rappresentanti dei lavoratori hanno incontrato i rappresentanti dell’azienda per parlare del futuro degli 81 dipendenti che rischiano il licenziamento dallo stabilimento di Valmadrera.

I sindacati: “Accordo per chiedere la cassa straordinaria”

Così i sindacalisti di Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm hanno trovato un accordo quadro con la multinazionale svedese nella procedura di esuberi Husqvarna. “È previsto l’impegno dell’azienda per richiedere la cassa integrazione straordinaria – afferma Fabio Anghileri, segretario della Fiom lecchese – Abbiamo definito anche un percorso che potrebbe portare a eventuali incentivi all’esodo, politiche attive messe in campo da Regione e Provincia per ricollocare i lavoratori”.

Presegue il presidio e giovedì incontro in Regione

Intanto proseguirà il presidio permanente allestito dai lavoratori fuori dai cancelli della Husqvarna, attivo dallo scorso 27 maggio. Tra gli operai c’è anche attesa per l’incontro in programma per giovedì, a Milano, con l’audizione fissata in Commissione in  Regione Lombardia. Poi si punterà anche a ottenere un appuntamento al ministero del Lavoro.