L’inaugurazione del punto di ascolto per l’autismo, che si terrà domenica 2 dicembre nella sala consiliare del municipio di  Margno, a partire dalle 15, vedrà come special guest e testimonial Enzo Iacchetti 

Enzo Iacchetti a Margno

L’ospite atteso per domenica prossima, in quel di Margno, è proprio il noto e amato personaggio dello spettacolo. Attore, conduttore, cantante, comico…e ora anche testimonial di un importante progetto, a sostegno dell’autismo.

Ad esordire sarà la presidente di “Illumina di Blu Valsassina”, Morena Fazzini, a cui farà seguito un intervento di Paola Demurtas, psicologa specializzata in analisi del comportamento.

Fondamentali poi saranno le testimonianze di Mauro Iacchetti e Francesca Conti. Condivideranno infatti la loro esperienza di padre, madre e insegnante.

A chiudere poi l’incontro saranno le parole del sindaco di Margno, Giuseppe Malugani e di Don Bruno Maggioni, impegnato a fianco di Illumina di Blu, essendone anche uno dei soci fondatori.

Illumina di Blu Valsassina, cos’è?

Illumina di Blu Valsassina è un’associazione fondata nel 2014. Il nome deriva, in realtà, da un semplicissimo gesto: accendere una candela blu in occasione del 2 aprile, giornata mondiale di consapevolezza verso l’autismo, istituita dall’ONU nel 2007. Da allora l’impegno, da parte dei soci fondatori, è andato aumentando fino a dare il via, periodicamente, ad iniziative e progetti importanti, per sensibilizzare non solo le persone ma anche le istituzioni su un tema così delicato come quello dell’autismo.

Leggi anche:  Seggiolini anti abbandono, verso la moratoria per sospendere le multe

LEGGI ANCHE: Il cielo della Valsassina si illumina di blu per sensibilizzare sull’autismo FOTO E VIDEO

 

LE NOTIZIE PIU’ LETTE

Domani l’addio ad Elsa, la dipendente della Fiocchi investita da un camion davanti all’azienda

Ciclone su Eolo: arresto ai vertici, truffa per 3 milioni e mezzo

Lecco sfida Salvini: passa la mozione contro il decreto sicurezza

Migliaia di vestiti rubati nascosti in Brianza

Comuni ricicloni 2018: ecco chi merita il premio e chi una reprimenda VIDEO